Il mercato del Palermo di Zamparini stenta a decollare. Sono partiti Franco Vazquez e Alberto Gilardino (18 gol in due nell’ultimo campionato), uomini fondamentali per la disperata rincorsa alla salvezza della scorsa stagione. Di fatto, il reparto d’attacco è da ricostruire, quanto meno quello titolare.

Anche il capitano Sorrentino ha salutato la Sicilia rosanero per tornare al Chievo Verona, determinanti le continue controversie con il vulcanico presidente. Presidente che ha deciso di confermare Ballardini, il quale, assieme al direttore sportivo Foschi, sta cercando di puntellare la squadra con acquisti di qualità, sostanza e giusta esperienza.

È stato confermato Embalo, laterale offensivo classe ‘94 di origine africana, che negli ultimi tre anni è passato per Carpi, Lecce e da qui ancora a Brescia per l’ultima stagione, quella della consacrazione.

In porta ci si affiderà, probabilmente, al talento cristallino del nuovo arrivato, titolare nell’under 21 croata, Josip Posavec.

Le idee per il centrocampo sono molte. Si è sondato il terreno per Cigarini dell’Atalanta e Valdifiori del Napoli: il primo è considerato inamovibile per il nuovo tecnico Gasperini, mentre il regista dei partenopei ha già aperto ad una possibile partenza soprattutto se dovesse arrivare qualche altro centrocampista a chiudergli il poco spazio rimasto sulla mediana di mister Sarri. Piace, anche se con meno esperienza, il giovane interista Assane Gnoukouri.

I tifosi attendono con ansia la risoluzione delle trattative per l’acquisizione del club che vedrà, con molta probabilità, Zamparini passare il testimone entro e non oltre l’inizio del nuovo anno. C’è grande curiosità anche nello scoprire chi sostituirà Vazquez. L’argentino, naturalizzato italiano, ha portato nelle casse della dirigenza sicula ben 15 milioni. Foschi sta lavorando per cercare di ingaggiare, proprio in sostituzione del fantasista, un altro giocatore della squadra campana, Omar El Kaddouri. Il suggerimento arriva direttamente da Ballardini che avrebbe individuato nel marocchino il perfetto erede dell’ex numero 20 partito alla volta di Siviglia.

In difesa è di poche ore fa la notizia che lo Zenit pare aver messo le mani su Giancarlo Gonzalez. In caso di cessione del costaricano i rosanero potrebbero tornare con forza su Ervin Zukanovic, centrale mancino in forza alla Roma.

Il nome che deve, o almeno dovrebbe, far sognare i tifosi è quello di José Angulo. In patria è soprannominato “La Perla del Calcio”: è una punta classe 95′ che milita nella Serie A ecuadoregna. Nel 2015 ha subito un brutto infortunio al crociato ma è poi tornato nel finale di stagione mettendo a segno 6 reti negli stessi match con la squadra delle riserve. È stato quindi confermato in prima squadra ripetendosi e siglando 14 gol in altrettante partite giocate. Il ragazzo ha poi continuato nella stagione 2016 firmando altre 14 volte il tabellino di gara in 26 presenze. Il ds rosanero ha già incontrato l’entourage del giocatore, il quale ha aperto ad una nuova esperienza in Europa.

Sarà un agosto di fuoco quello che attende il Palermo, diviso tra calciomercato e cessione societaria.