Serie A: Torino a valanga, Juve e Napoli ok. Pari per Inter e Roma

Gol e sorprese nella seconda giornata del campionato di Serie A 2016/2017. Incontri che partono nel segno del lutto e della vicinanza dopo il terribile terremoto che in settimana si è abbattuto sul centro Italia. Un minuto di silenzio e tanta commozione negli occhi dei protagonisti.

È toccato a Lazio e Juventus aprire il programma della settimana: l’undici di Inzaghi si è dimostrato all’altezza dell’impegno ma i pluri-campioni d’Italia in carica, nonostante l’assenza pesante di Bonucci (out per serie vicende personali), sono riusciti a prevalere di misura grazie alla seconda rete consecutiva di Sami Khedira, bravo a sfruttare un errore difensivo di Biglia con un tracciante rasoterra dalla destra. Punteggio pieno e cinismo invariato per i bianconeri allenati da Max Allegri.

Alle 20.45 è stata la volta di NapoliMilan, autori di un pirotecnico 4-2 nella splendida cornice del San Paolo: mattatore della serata Arkadiusz Milik, autore di una doppietta che fa ben sperare la tifoseria partenopea. L’uno-due firmato Suso e Niang, che ad inizio secondo tempo aveva riacceso importanti speranze negli ospiti, non è bastato: un doppio Callejon, infatti, ha regalato a Sarri il primo successo stagionale dopo  la delusione di Pescara.

Continua invece, in casa Inter, l’attesa per la prima vittoria sotto la gestione De Boer. A San Siro, contro il Palermo, è arrivato solo un deludente 1-1. Nerazzurri che solo per brevi tratti dell’incontro sono riusciti a mettere seriamente in difficoltà un undici coriaceo come quello agli ordini di Ballardini, bravo a passare in vantaggio grazie ad Andrea Rispoli (primo gol in Serie A). Un colpo di testa firmato Mauro Icardi ha rilanciato le ambizioni nerazzurre a circa venti minuti dalla fine, ma non è bastato per ottenere i tre punti. Manovra sterile e meccanismi da rivedere: Frank De Boer è pronto a lanciare Joao Mario e Gabriel Barbosa al rientro dalla sosta per le nazionali.

Brilla, nella sera, un grande Torino targato Belotti: il “Gallo” ha festeggiato la prima convocazione in azzurro con una tripletta che, insieme alle reti di Martinez e Baselli, ha permesso ai granata di schiantare il Bologna. 5-1 finale e primi punti per Mihajlovic.

Altra botta per il morale della Roma, raggiunta sul 2-2 da un bel Cagliari. Le reti di Perotti e Strootman hanno illuso Spalletti, gelato nel secondo tempo dall’ex Borriello (a segno per la quarta volta consecutiva contro i giallorossi) e da Marco Sau, che conferma la propria attitudine alla Serie A. Rastelli può essere contento dei rossoblu, che si dimostrano ancora una volta squadra ostica per tutti.

Vittorie interne per Fiorentina, Sampdoria, Sassuolo e Udinese: il nuovo acquisto Carlos Sanchez regala i tre punti ai viola contro il Chievo; Barreto e Quagliarella ribaltano l’Atalanta dopo il vantaggio di Kessié (terzo gol in due partite); Defrel e Berardi (sempre più mattatore) stendono un buon Pescara mentre Felipe e Perica sono fatali per l’Empoli di Martusciello.

Con Atalanta ed Empoli, infine, resta a zero punto anche  il Crotone: la rete di Palladino ha illuso i calabresi contro il Genoa, che nella ripresa ha ribaltato i conti con Gakpé e doppio Pavoletti. In Calabria è evidente l’assenza di un organico in grado di competere con la massima serie, al ds Ursino il compito di ribaltare le cose in queste ultime ore di trasferimenti (che Ok Calciomercato vi racconterà da Milano grazie ai contributi degli inviati Lorenzo Di Caprio e Matteo Mosciatti).

RISULTATI SECONDA GIORNATA SERIE A
Cagliari-Roma 2-2
Crotone-Genoa (a Pescara) 1-3
Fiorentina-Chievo 1-0
Inter-Palermo 1-1
Lazio-Juventus 0-1 (giocata ieri)
Napoli-Milan 4-2 (giocata ieri)
Sampdoria-Atalanta 2-1
Sassuolo-Pescara 2-1
Torino-Bologna 5-1
Udinese-Empoli 2-0.

LASCIA UN COMMENTO