È l’Inter la regina del calciomercato. Almeno economicamente. Perché nessuno, in Italia, ha speso tanto quanto i nerazzurri, rinvigoriti dall’ingresso in società del gruppo Suning.

MERCATO INTER, VOTO 7.5

Il mercato della società di Corso Vittorio Emanuele si può riassumere in due grandi blocchi: un primo, spinto dalla volontà di muoversi in anticipo e concluso con gli arrivi di Ansaldi, Erkin (poi ceduto al Besiktas) e Banega; un secondo, ben più oneroso e in grado di portare a Milano il talento di Candreva, Joao Mario e Gabriel Barbosa. Nonostante le spese, continua a mancare qualcosa sugli esterni difensivi: l’Inter resta vigile su Caceres e non escludiamo un assalto all’uruguagio da qui a qualche giorno.

Menzione speciale per Kia Joorabchian: il noto procuratore è stato l’artefice dell’affare Joao Mario ed è anche merito suo se l’Inter, dopo aver perso Gabriel Jesus, è riuscita a portare Gabigol all’ombra di San Siro. È l’uomo di fiducia del gruppo di investitori cinesi e sarà, da qui in avanti, la principale fonte cui attingeranno i nerazzurri in sede di calciomercato.

Non tragga in errore questa primissima parte di stagione, quella agli ordini di Frank De Boer è una squadra in grado di competere al 100% per la qualificazione in Champions League: tocca al tecnico olandese, adesso, invertire il trend negativo per ottenere punti determinanti per classifica e morale.