Serie A: la Juventus torna prima, ok Roma, Inter e Milan. Applausi al Chievo

Il primo turno infrasettimanale della stagione 2016/17 si apre con la vittoria del Milan di Montella. I rossoneri si affidano prima a Bacca – 45 tiri in porta e 23 gol in Serie A – e chiudono il match con Niang lasciando pochi alibi alla Lazio di mister Inzaghi.

L’aperitivo bolognese delle 18.30 resta indigesto ai ragazzi blucerchiati guidati da Giampaolo. Dopo non aver demeritato con Roma e Milan, la Samp viene travolta dalla “bella gioventù” di Verdi, autore di un gol da cineteca, Destro e un ispiratissimo Krejci. 3 punti al Bologna.

Negli otto match del mercoledì sera Juventus e Roma fanno la voce grossa contro le neopromosse Cagliari e Crotone. A Torino Rugani e Dani Alves mettono in archivio il primo gol bianconero, mentre Higuain continua a timbrare con numeri spaventosi nell’ultimo anno solare. L’undici di Spalletti soffre spesso le offensive dei calabresi anche se, nell’arco dei novanta minuti, la cifra tecnica dei giallorossi esonda contro i fragili argini difensivi di Nicola.

Pareggi a reti inviolate in PescaraTorino e GenoaNapoli. Per Mihajlovic è il secondo consecutivo dopo quello in casa con l’Empoli. Il Napoli perde subito la vetta della classifica inciampando in casa del Grifone e, forse anche giustamente, reclamando un paio di rigori a favore.

L’altro pareggio, seppur scoppiettante, arriva a Udine. La compagine di Iachini si fa rimontare due volte dalla Fiorentina dopo esser passata in vantaggio prima con Zapata, poi con Danilo. Primo gol della stagione sia per Babacar che per Bernardeschi. L’Udinese si rialza parzialmente dopo la sconfitta casalinga contro il Chievo.

Il Palermo espugna l’Atleti Azzurri all’ultimo minuto con il secondo gol consecutivo di Nestorovski che stende l’Atalanta, mentre “Maurito” Icardi segna un’altra doppietta che permette all’Inter di vincere a Empoli: per l’argentino sono 6 gol in 5 match, capocannoniere, per ora.

Nota finale di merito va al Chievo di Maran che vince e convince in casa contro il Sassuolo. Gli scaligeri fissano la loro terza posizione con 10 punti in 5 partite autoproclamandosi, di fatto, alla sorpresa di queste prime sortite stagionali.

LASCIA UN COMMENTO