Beppe Marotta, direttore generale della Juventus, ha parlato ai microfoni di Radio 1 di diversi temi legati al mercato, svelando anche le strategie future dei bianconeri. Ecco le sue parole:

“E’ nella storia della Juve partecipare a una competizione per vincerla e anche quest’anno non fa differenza. Il nostro punto di forza da sempre è la difesa, è la migliore del campionato e dà solidità. Champions? Siamo riusciti a migliorare la nostra qualità in campo e sotto tutti gli aspetti, ora cercheremo di alzare ulteriormente l’asticella. Dobbiamo avere una visione internazionale e puntare a vincere tutte le competizioni”.

Su Buffon:

“Gigi è il miglior portiere della storia del calcio e sostituirlo diventa un problema. Cercheremo di trovare un giocatore che si avvicini al suo valore, anche se la sua volontà per il momento è di proseguire come calciatore”.

Sul mercato:

“Witsel? Va in scadenza nel 2017 e questo ci facilita. Noi abbiamo l’obbligo di valutare le situazioni di altre squadre e per il belga ci riproveremo. Bentancur invece è un giovane interessante che abbiamo bloccato in prelazione e siamo molto propensi ad esercitarla. Penso che verrà da noi la prossima stagione. Brozovic è un calciatore dell’Inter e se lo possono tenere mentre Morata è solo una suggestione e non credo che il Real Madrid lo lasci partire”.

Infine su Pjaca, Mandzukic e la ‘VAR’:

“Mario avrà il suo spazio durante la stagione. Pjaca sta assimilando tantissimo, l’importante per lui è più l’allenamento che la partita. ‘VAR’? Ben venga, ma deve essere molto moderata per non essere invasiva sulla velocità del calcio che non si può interrompere spesso. Va bene se utilizzata per determinati obiettivi, ma non si deve togliere la soggettività dell’arbitro. Direi massimo 2-3 episodi in 90 minuti”.