Abbiamo contattato recentemente Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone. Tanti gli argomenti in questione riguardanti la situazione attuale della squadra, dalla missione salvezza al ritorno nello stadio di casa. Persona disponibilissima, il ds ha risposto tranquillamente a tutte le nostre domande. Ecco l’intervista completa:

In cosa è migliorata la squadra ultimamente?
«Il Crotone è migliorato in tante cose. In primis perché finalmente abbiamo il nostro stadio, il che è una cosa fondamentale. La squadra ha trovato una sua identità e quindi tutti gli elementi stanno entrando piano piano in forma. Avevamo sempre dei giocatori indisponibili, arrivando a giocare anche delle partite con 5 infortunati. La squadra ha trovato il giusto spirito per la categoria».

Falcinelli e Trotta iniziano a segnare. Qual è il suo giudizio nei loro confronti?
«Per me sono due ottimi giocatori che hanno grandi margini di miglioramento. Si completano a vicenda, e per questo il mister li fa giocare insieme. Possono diventare due giocatori importanti».

A gennaio sa già su quali giocatori dovrà puntare il Crotone?
«Per gennaio è ancora presto. E’ inutile parlarne adesso, anche per rispetto di quei ragazzi che stanno giocando dando l’anima. Per questo ora non serve parlare di mercato».

Il fatto di giocare in casa è appunto fondamentale… può essere la soluzione per migliorarsi ancora?
«Certo. La soluzione per ottenere la salvezza è qui. Qui abbiamo vinto un campionato, abbiamo disputato i playoff, ci siamo salvati per più anni consecutivi… il pubblico da noi è stato determinante, come lo è stato ieri, il che ha permesso ai ragazzi di essere splendidi».

Cosa bisogna fare per raggiungere la salvezza?
«Bisogna fare i punti (sorride, ndr). Vediamo quanti ne riusciremo a fare…».