Torino, il ds blinda Belotti: “Rifiutata l’offerta dell’Arsenal. Andrea vale molto di più”

Il Torino vuole tenere Belotti, anche di fronte a grandi offerte. 

Nel calcio dominato dai soldi, a volte ci sono episodi che sanno un po’ di vecchia scuola. Questo è il caso di Andrea Belotti e di come Cairo stia decidendo di puntare forte su di lui. Non è bastata un’offerta “monstre” dell’Arsenal di Wenger a smuovere il Toro verso una cessione.

TORO, PARLA IL DS PETRACHI: “VOGLIAMO GODERCI BELOTTI, NON BASTANO 65 MILIONI”

Gianluca Petrachi ha confermato ai microfoni di Sky Sport la veridicità delle voci che si rincorrevano negli ultimi giorni.

“Si, abbiamo ricevuto l’offerta da 65 milioni dell’Arsenal, ma per noi il Gallo vale molto di più. Se il presidente ha imposto una clausola rescissoria così alta, ci sarà un motivo. Vedremo nel futuro cosa succederà ma adesso Belotti ce lo vogliamo godere”.

La clausola a cui fa riferimento Petrachi è quella inclusa nel contratto firmato dall’attaccante azzurro non molto tempo fa: 100 milioni di euro con validità solo per l’estero. Sotto a quella cifra, è chiaro che il Toro non sarà disposto ad ascoltare ulteriori offerte. Belotti è al centro del progetto granata e punto focale della Nazionale di Ventura e sembra destinato a restarci.

Wenger dovrà aspettare o cambiare obiettivo: la fermezza della società di Cairo ha sorpreso persino i media inglesi che, già da un paio di giorni, davano l’affare come fatto, al massimo per la sessione di mercato estiva. Servirà un investimento ancora più importante per strappare il Bomber ai granata, sicuramente superiore a 65 milioni.

LASCIA UN COMMENTO