Serie A, la giornata del 90′: vincono Juventus, Roma e le altre big

E’ terminata anche la diciannovesima giornata di questa Serie A e con questa il girone di andata. La Juventus si laurea campione d’inverno (traguardo raggiunto in verità già prima della sosta natalizia) mentre Roma e Napoli si confermano le avversarie più temibili. In zona retrocessione affondano sempre più Crotone e Palermo.

L’EMPOLI VINCE LO SCONTRO SALVEZZA CONTRO IL PALERMO

A dare il via all’ultima giornata del girone di andata di Serie A è stata la sfida tra Empoli e Palermo: partita molto tesa, quella del Castellani, in cui si percepiva la tensione di entrambe le squadre data l’importanza dei punti in palio. La gara, bloccata nella prima frazione di gioco, è stata decisa dal rigore messo a segno nei minuti finali (78′) da Maccarone, che consente così all’Empoli di staccare ulteriormente i siciliani salendo a 17 punti.

IL NAPOLI TRIONFA IN ZONA CESARINI GRAZIE A TONELLI

Partita totalmente diversa quella che è andata in scena al San Paolo tra Napoli e Sampdoria. La gara inizia con la Samp che a sorpresa si porta in vantaggio grazie ad una azione personale di R.Alvarez, conclusa involontariamente da Schick con un’autorete. Il match però, influenzato dalla dubbia espulsione di Silvestre per doppia ammonizione, si ribalta negli ultimi 15 minuti con Gabbiadini, che torna al gol regalando il pareggio ai partenopei (77′), e Tonelli che a sorpresa sigla il 2-1 allo scadere.

QUARTA VITTORIA CONSECUTIVA PER L’INTER DI PIOLI

Praticamente una fotocopia della gara del San Paolo è andata in scena domenica alle 12:30, dove l’Inter ha recuperato lo svantaggio maturato contro l’Udinese grazie ad uno straripante Ivan Perisic. Il match, aperto da un bel gol di Jankto al 17′, viene riagguantato dai nerazzurri allo scadere del primo tempo grazie ad un sinistro preciso del croato su assist di Icardi; ed è lo stesso Perisic a regalare la vittoria a Pioli con un colpo di testa piazzato al minuto 87.

Non molti gol nelle gare del pomeriggio che, fatta eccezione per Chievo-Atalanta, regalano poco spettacolo.

LA ROMA VINCE DI MISURA A MARASSI

La Roma espugna Marassi e batte il Genoa con il secondo autogol di giornata, realizzato da del difensore genoano Izzo al minuto 36 su un tiro-cross molto insidioso di Bruno Peres. Per il resto della gara la Roma ha amministrato il vantaggio senza particolari problemi; da segnalare solo un intervento dubbio in area di rigore su Fazio e una gran girata di Ocampos nel finale, con Szczesny che salva il risultato volando sotto l’incrocio.

IMMOBILE AFFONDA IL CROTONE

All’Olimpico di Roma invece la Lazio ospita il Crotone in un match apparentemente abbordabile ma che invece si rivela complicatissimo per i ragazzi di Inzaghi. Dopo un gol annullato ai calabresi per fuorigioco (molto al limite) di Rhodien, è Ciro Immobile a sbloccare la gara ancora nei minuti finali, tornando al gol che gli mancava da fine ottobre e regalando tre punti fondamentali alla Lazio.

POKER ATALANTA AL CHIEVO

La gara più spettacolare della giornata, come detto, è quella del Bentegodi, dove l’Atalanta continua a regalare bel calcio: una doppietta del Papu Gomez, un gol di Conti e uno di Freuler permettono ai bergamaschi di vincere 1-4 contro il Chievo, di Pellissier il gol della bandiera per i clivensi.

RETI INVIOLATE TRA SASSUOLO E TORO

Ultima gara del pomeriggio, ricordando che PescaraFiorentina è stata rinviata a data da destinarsi per avverse condizioni climatiche, è quella di Reggio Emilia tra Sassuolo e Torino, terminata 0-0; da segnalare solo il rientro in campo di Domenico Berardi dopo quattro mesi di stop.

BACCA SALVA IL MILAN, 1-0 AL CAGLIARI

Alle 18 invece è stato il Milan a scendere in campo e, per rispettare l’abitudine di giornata, ha portato a casa il risultato all’88’ contro il Cagliari grazie al ritorno al gol di Carlos Bacca su assist del solito Lapadula. Nel finale di gara espulso Bruno Alves per fallo da ultimo uomo ancora sul colombiano, lanciato a rete da Locatelli.

JUVENTUS IN HD: HIGUAIN E DYBALA ANNIENTANO IL BOLOGNA

A chiudere la giornata ci pensa la Juventus con un sonoro 3-0 sul Bologna allo Stadium. La gara si mette subito bene per i bianconeri con l’undicesima rete stagionale di Higuain imbeccato benissimo da Pjanic. A fine primo tempo i bianconeri raddoppiano su rigore con Dybala, mentre al 54′ è ancora il Pipita a chiudere il match con un colpo di testa ravvicinato.

LASCIA UN COMMENTO