Kalinic, scelta di cuore: “Niente Cina, resto alla Fiorentina”

“Resto alla Fiorentina, è una mia decisione. Voglio giocare in Italia, continuando a farlo nel club in cui sono stato per 2 anni e in cui mi trovo bene”. Queste le dichiarazioni di Nikola Kalinic ai microfoni di Sportske Novosti. Il centravanti croato ha quindi rifiutato la proposta milionaria del Tianjin Quanjian di Fabio Cannavaro: 10 milioni l’anno più 2 di bonus per andare a giocare in Cina. Al club viola per il cartellino del giocatore ne sarebbero andati quasi 40.

KALINIC NON AVEVA MAI ACCETTATO LA CINA

“C’è stata un’enorme pressione sul mio trasferimento. – sottolinea l’ex Dnipro – Tutti mi spingevano in Cina, la stampa è come se si fosse voluta sbarazzare di me. Ma non la Fiorentina e i suoi tifosi. Io resto”. Nel calcio i soldi non sono tutto, e ora anche Kalinic si unisce a quella schiera di calciatori che hanno detto “no, grazie”. Anche lui, come Yaya Touré, Doumbia o Benteke, ha rifiutato un ingaggio faraonico, preferendo continuare a calcare i palcoscenici del calcio europeo.

LASCIA UN COMMENTO