Serie A: pari tra Napoli e Juventus, vincono Roma e Lazio, stop del Milan

Torna finalmente la nostra amata Serie A, giunta alla trentesima giornata. Giornata che vede vincere sia Roma che Lazio, che si preparano al meglio al derby di Coppa Italia. Il Milan  non va oltre il pari in casa del Pescara, mentre l’Atalanta travolge il Genoa fuori casa. Nel big match del San Paolo, Napoli e Juventus si dividono la posta in palio. L’inter invece giocherà questa sera al Meazza contro la Sampdoria.

LAZIO IN RIMONTA SUL SASSUOLO

La Lazio vince 2-1 al Mapei Stadium ai danni del Sassuolo. I neroverdi partono molto bene, complice la lentezza della Lazio. Berardi e Defrel fanno ballare la difesa biancoceleste, che concede un rigore per un’uscita sciagurata di Strakosha. Berardi realizza il penalty e torna al gol. La reazione della Lazio arriva con Immobile, che conclude una giocata straordinaria di Felipe Anderson. Nella ripresa la Lazio gioca meglio, complice la crescita di Biglia e trova il vantaggio grazie ad un autogol di Consigli.

DZEKO TRASCINA LA ROMA

La Roma supera 2-0 l’Empoli all’Olimpico. I giallorossi non giocano una gara memorabile, con una difesa distratta e poca fantasia in attacco. Dopo un paio di spaventi, la sblocca Dzeko in mischia, sugli sviluppi di un corner. L’Empoli però non rinuncia a giocare e prova a rendersi pericoloso. Nel secondo tempo il copione non cambia, se non per una leggera crescita dei giallorossi. Ancora Dzeko al 56′ chiude i giochi e diventa il miglior marcatore in una sola stagione nella storia della Roma.

PARI E TANTI GOL TRA TORINO E UDINESE

Pirotecnico 2-2 al Grande Torino, dove l’Udinese tiene a bada le iniziative dei padroni di casa per più di un’ora. Il Torino gioca un brutto primo tempo ma colpisce due legni con Belotti e Rossettini. Ad inizio ripresa i granata passano sotto per via di un gran gol di Jankto. L’Udinese si chiude bene e in contropiede trova il raddoppio con Perica. Raddoppio che scuote il Toro che dopo appena 2′ minuti accorcia con Moretti. Belotti colpisce poi ancora un legno ma è solo il preludio al gol del pari che fissa il risultato sul 2-2.

FIORENTINA DI MISURA SUL BOLOGNA

Altro 1-0 per la Fiorentina, stavolta ai danni del Bologna. Padroni di casa che dominano nel complesso la partita, complice anche l’atteggiamento dei rossoblu. Il gol del vantaggio arriva ad inizio ripresa con Babacar di testa. Da questo momento in poi i viola legittimano il vantaggio, creando diverse occasioni ma Mirante è molto attento in almeno due occasioni,

L’ATALANTA UMILIA IL GENOA

Pesante sconfitta per il Genoa a Marassi, dove l’Atalanta passa addirittura per 5-0. La gara, dopo un inizio equilibrato, si sblocca al 25′ con un gol in rovesciata di Conti. Da qui in poi il Genoa sparisce e crolla sotto i colpi del “Papu” e compagni. Proprio Gomez trova il raddoppio su calcio di rigore. Nella ripresa i nerazzurri dilagano, complice l’espulsione di Pinilla. Arrivano altre due reti di Gomez, con in mezzo il sesto gol stagionale di Caldara.

IL PESCARA FERMA IL MILAN

Clamoroso pareggio per 1-1 all’Adriatico tra Pescara e Milan. I rossoneri iniziano male, forse sorpresi dall’intensità e dalla velocità del Pescara. Proprio gli abruzzesi passano grazie ad un pasticcio di Paletta e Donnarumma. La reazione del Milan arriva nel finale di primo tempo con Pasalic. Nel secondo tempo gli uomini di Montella continuano a faticare, con il Pescara che regge bene alle sfuriate finali degli ospiti.

CROLLA ANCORA IL PALERMO

Altra sconfitta al Barbera per il Palermo, con il Cagliari che passa per 3-1. I padroni di casa giocano un buon primo tempo e trovano il vantaggio con Gonzalez dagli sviluppi di un corner. Nel secondo tempo gli ospiti trovano subito il pareggio con Ionita. Pareggio che colpisce i rosanero, incapaci di reagire. Anzi, il Cagliari crea occasioni a ripetizione e va in gol con il suo bomber, Borriello. Nel finale Ionita fa 3-1 e chiude i giochi.

IL CROTONE TORNA A SPERARE

Tre punti che sanno di speranza per il Crotone, che vince 2-1 al Bentegodi. Il Chievo inizia in maniera autorevole, spaventando un paio di volte Cordaz. I calabresi però si riorganizzano e fanno la partita per buoni venti minuti. Solo uno straordinario Seculin nega il vantaggio al Crotone. Ad inizio secondo tempo però i rossoblu colpiscono con Ferrari. Subito dopo però ancora capitan Pellissier di testa fa 1-1. Nei minuti finali Stoian in contropiede innesca Falcinelli che con un gran tiro a giro batte Seculin.

1-1 TRA NAPOLI E JUVENTUS

Il big match di questa giornata si chiude con Napoli e Juve che fanno 1-1. La partita si mette in discesa per i bianconeri che dopo 6′ minuti trovano il vantaggio con Khedira, servito benissimo da Pjanic. Dopo il gol però il Napoli si scuote, alza il baricentro e fornisce le solite trame avvolgenti. Gli spazi sono pochi ma nonostante questo Hamsik e soprattutto Insigne si rendono pericolosi. Nel secondo tempo il copione non cambia: la Juve lascia l’iniziativa al Napoli che al 60′ pareggia con Hamsik, che chiude un bella azione con Mertens. Dopo il gol i bianconeri provano una reazione ma non creano praticamente nulla, anzi sono gli azzurri a sfiorare il raddoppio su un retropassaggio di Asamoah che lancia Mertens. La partita finisce in parità senza altre azioni pericolose.

LASCIA UN COMMENTO