Serie A: top e flop della trentesima giornata

Dopo la sosta per le partite delle nazionali torna il nostro massimo campionato con la trentesima giornata. Giornata che si apre con le vittorie delle due squadre romane negli anticipi del sabato. La Lazio rimonta il gol di Berardi e batte 2-1 il Sassuolo e la Roma supera facilmente l’Empoli per 2-0. Il Milan non riesce ad andare oltre un pareggio contro il Pescara di Zeman, mentre la Fiorentina supera per 1-0 il Bologna. Tre punti importanti per la lotta salvezza per il Crotone contro il Chievo a Verona. Invece il Palermo viene sconfitto in casa dal Cagliari (1-3). Pareggio inoltre nel big match di giornata tra Napoli e Juventus. Aspettando Inter-Sampdoria, ecco i top e flop di questa giornata:

TOP

Conti – Alle 15 di domenica va in scena il match tra l’Atalanta di Gasperini il Genoa di Mandorlini a Marassi. La partita viene semplicemente dominata dai nerazzurri che per larghi tratti sembrano davvero una squadra di grande livello e dimostrano di non essere lì per caso. A spianare la strada per il 5-0 finale è lo splendido gol in rovesciata di Andrea Conti, che corona così un’ennesima splendida prova.

Babacar – Una delle riserve di lusso del nostro campionato, e quando gioca lo dimostra sempre. Ormai sono due anni che nelle gerarchie parte dietro a Kalinic. Quando gioca però risulta spesso decisivo, come con il Bologna con cui con un preciso colpo di testa nei minuti iniziali della ripresa regala l’1-0 e i 3 punti alla Viola.

Hamsik – Il capitano del Napoli regala un punto fondamentale ai suoi nel big match di domenica sera contro la Juventus. Un gol spettacolare dopo un uno-due riuscito alla perfezione con Mertens, dopo l’ennesima covincente prestazione. Una vera bandiera.

FLOP

Higuain – Incredibile ma vero, ogni tanto tra i flop ci finisce anche lui. E quando se non questa volta? Torna da avversario al San Paolo e non è mai partecipe del gioco della Juventus. Forse è pesantemente condizionato dai fischi che i tifosi azzurri gli riservavano non appena vedeva anche solo la palla da lontano.

Donnarumma – Dopo le grandi prestazioni offerte in nazionale, Gigio incappa in un grave errore nella gara esterna contro il Pescara. Su un retropassaggio (comunque non dei migliori) di Paletta, infatti, il classe ’99 non riesce a stoppare la palla che rotola piano piano nella sua porta, regalando il momentaneo vantaggio ai padroni di casa.

Nestorovski – Da qualche settimana a questa parte non sembra più essere il bomber che aveva dimostrato. Una volta arrivata la doppia cifra, infatti, ha smesso di essere il giocatore in più del Palermo, l’uomo con il quale potevano sperare nella salvezza. Insieme a Simeone si è perso dopo il decimo gol, che esista una “maledizione della doppia cifra?”

LASCIA UN COMMENTO