Si chiude anche questa trentacinquesima giornata di Serie A. Giornata che ha visto La Juventus agguantare un pari importante nel derby con il Torino. Trionfano sia Roma che Napoli, vincendo e convincendo contro Milan e Cagliari. Punto che sa d’Europa per l’Atalanta che pareggia in casa dell’Udinese. Pari anche per la Fiorentina che viene fermata dal Sassuolo al Mapei Stadium. Notte fonda invece per l’Inter, che cade ancora, stavolta a Marassi per mano del Genoa.

NAPOLI SHOW AL SAN PAOLO

Il Napoli archivia la pratica Cagliari con un secco 3-1. Gli uomini di Sarri giocano benissimo e passano dopo 2′ con Mertens, servito bene da Ghoulam. Nel primo tempo gli azzurri danno spettacolo e creano occasioni a ripetizione, senza trovare il raddoppio. In avvio di ripresa ancora Mertens raddoppia, nel giorno del suo trentesimo compleanno. A mezz’ora dal termine Insigne chiude i giochi ma nel finale, Farias trova il gol della bandiera per i suoi.

HIGUAIN AGGUANTA IL TORINO

Finisce 1-1 un bellissimo derby della Mole. Il primo tempo passa senza grossi sussulti, con poche occasioni. Succede tutto nella ripresa, con Ljajic che la sblocca con un calcio di punizione magistrale. Gioia granata smorzata subito dall’espulsione per doppio giallo di Acquah. Il Toro allora si abbassa molto ma chiude bene gli spazi e concede poco ai bianconeri. Khedira e Bonucci non sfruttano due grosse occasioni, ci pensa allora il neo entrato Higuain a trovare un gran gol da fuori area e regalare il pari alla Juventus.

PARI TRA ATALANTA E UDINESE

L’Atalanta trova un punto nel lunch match della Dacia Arena contro l’Udinese. La gara è equilibrata, con i friulani ben organizzati dietro e pericolosi in avanti. La sblocca però un colpo di testa di Cristante alla fine del primo tempo. Nel secondo però l’Udinese aumenta il ritmo e costringe i nerazzurri ad arretrare, trovando anche il gol del pari con Perica. A nulla servono gli sforzi finali degli uomini di Gasperini.

IL CHIEVO CONDANNA IL PALERMO

1-1 anche tra tra Chievo e Palermo, in una partita che ha poco da dire. Il Palermo prova con orgoglio a vincere, per non retrocedere matematicamente. Il vantaggio però è dei clivensi: Henrique stende in area Inglese, sarà rigore. A realizzarlo è capitan Pellissier. Nel finale un gol di rapina di Goldaniga evita l’ennesima sconfitta ai suoi.

L’EMPOLI VEDE LA SALVEZZA

Tre punti d’oro per l’Empoli che domina e batte uno spento Bologna. I toscani partono forte con un gol di Croce in mischia, alla prima occasione. Il Bologna però reagisce subito e pareggia con un gran gol da fuori area di Simone Verdi. Da qui in poi è un monologo Empoli, chiaramente più motivato. A 7′ dall’intervallo Pasqual porta di nuovo avanti i suoi con un bolide da fuori area; al 46′ un gol in mischia di Costa chiude praticamente i giochi.

INTER SHOCK: SCONFITTA ANCHE A MARASSI

Altro brutto k.o. per l’Inter, che crolla anche a Marassi. Il Genoa sembra avere più energia e più voglia di vincere e mette spesso in apprensione Handanovic. I nerazzurri dal canto loro si muovono poco, Icardi è solo ed il giro palla è lento. Ne consegue una partita pessima, con solo Perisic ed Eder leggermente sopra la media. Nella ripresa un gol di Pandev colpisce gli uomini di Pioli, che sprecano anche un calcio di rigore nel finale con Candreva.

LA LAZIO TRAVOLGE LA SAMPDORIA

Lazio spettacolare all’Olimpico, che demolisce la Sampdoria 7-3. Dopo 10 minuti Keita ed Immobile su rigore indirizzano la gara, complice anche l’espulsione di Skriniar. Prima dell’intervallo arrivano anche le reti di Hoedt, Anderson e de Vrij. Per i doriani segna invece Linetty. La Samp ormai mette i remi in barca e ad inizio ripresa subisce anche il gol di Lulic e ancora Immobile. I biancocelesti si rilassano e concedono gloria a Quagliarella, autore di una doppietta.

IL CROTONE CONTINUA A SOGNARE

3 punti che tengono ancora in vita il Crotone, ai danni del già retrocesso Pescara. Il primo tempo è decisamente noioso, con la prima e unica occasione capitata sui piedi di Bahebeck al 37′, il cui tiro viene salvato sulla linea da Ferrari. Nella ripresa il copione è simile, spicca però il gran gol di Tonev, da fuori area. Gol che vuol dire vittoria e speranza per i calabresi.

IL SASSUOLO FERMA LA FIORENTINA

Finisce 2-2 un piacevole Sassuolo-Fiorentina. Il match è bloccato per almeno mezz’ora e la prima vera occasione è un calcio di rigore, sbagliato da Kalinic. Tre minuti dopo il rigore di Kalinic, un guizzo di Chiesa porta avanti i suoi. Nella ripresa il Sassuolo reagisce e mette in apprensione la difesa viola, che perde Gonzalo compiere un fallo da rigore, prontamente segnato da Politano. La Fiorentina, senza il suo capitano, subisce anche il secondo gol, con un colpo di testa di Iemmello. Quando sembrava tutto finito però, Bernardeschi regala il pari ai ragazzi di Sousa.

POKER DELLA ROMA A SAN SIRO

Bella reazione della Roma dopo il derby, vincendo 4-1 in casa del Milan. I giallorossi partono bene, con Salah e Dzeko imprendibili per gli avversari. Proprio l’egiziano serve Dzeko, che di prima segna un bel gol dal limite. Poco dopo ancore il bosniaco da corner fa 2-0. Il Milan prova a scuotersi, affidandosi alle sortite di Deulofeu, ma non si rende mai davvero pericoloso. Nel secondo tempo i ritmi si abbassano, la Roma gestisce ma si fa sorprendere su un colpo di testa di Pasalic. Bravi però gli ospiti a ristabilire subito le distanze con El Sharaawy. Nel finale trova gloria anche De Rossi, che realizza un penalty.