Italia-Liechtenstein: manita servita, contro la Spagna è uno spareggio alla pari

L’Italia vince e convince. Quella andata in scena ad Udine è stata un’ottima prova degli Azzurri in vista del big match di settembre contro la Spagna. Le “Furie Rosse” non sbagliano un colpo e mettono in archivio anche la rognosa sfida contro la Macedonia di Nestorovski. Il match su suolo ispanico assume dunque i connotati dello spareggio. La prima e la seconda della classe si giocheranno di fatto, a meno di clamorose sorprese, il primo posto.

ITALIA-LIECHTENSTEIN: L’ANALISI DELLA PARTITA

Nonostante gli sfavori del pronostico, la piccola realtà del Liechtenstein non sfigura. I ragazzi di Giampiero Ventura creano tantissimo ma dilagano solo nella seconda frazione di gara. Oltre al pokerissimo c’è da mettere sul piatto un rigore negato, un gol annullato per un fuorigioco inesistente e un altro giustamente nullificato. Bene, benissimo Lorenzo Insigne. L’eredità di quel numero sulle spalle del piccolo partenopeo non pesa, anzi. L’esterno del Napoli incarna alla perfezioni tutte le doti che un ‘dieci’ dovrebbe avere. Suo il primo gol che sblocca la partita, un gioiello da guardare e riguardare. Poi un assist al bacio per Andrea Belotti, fino ad allora poco incisivo, che nel fare quel movimento in profondità è uno dei migliori al mondo in questo momento. Altrettanto positive le prove dei subentrati. Eder, Federico Bernardeschi e Manolo Gabbiadini entrano col piglio giusto e fanno quanto chiesto dal ct.

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

LE PAGELLE DEGLI AZZURRI

Buffon 6; Darmian 6, Barzagli 6, Chiellini 6, Spinazzola 7; De Rossi 6, Pellegrini 6; Candreva 6 (60’st Bernardeschi 6.5), Belotti 7 (75’st Gabbiadini 6.5), Immobile 6 (67’st Eder 6.5), Insigne 8

L'immagine può contenere: 11 persone, persone che sorridono, spazio all'aperto

 

LASCIA UN COMMENTO