Inter, quattro cessioni per trattenere Perisic: il piano

Com’è noto, sull’Inter pende la spada di Damocle del Financial Fair Play, che costringe i nerazzurri a mettere a bilancio 30 milioni prima del 30 giugno.

Fino a questo momento, l’unico modo per reperire tale somma, sembrava quello di sacrificare Ivan Perisic, che già aveva avviato i primi contatti con lo United di Mourinho.

Nelle ultime ore però, la situazione sembra essere notevolmente cambiata. I dirigenti del club milanese infatti avrebbero ideato un piano per rispettare le scadenze del FFP e non dover cedere Perisic, vero e proprio pallino di Spalletti.

JOVETIC+BANEGA+RANOCCHIA+BROZOVIC= 50 MILIONI

L’idea dei vertici nerazzurri è quella di liberarsi di quattro “esuberi” prima del 30 giugno, così da ottemperare alle richieste Uefa e guadagnare un discreto tesoretto da reinvestire nel mercato.

Secondo la Gazzetta dello Sport, i quattro da sacrificare sono: Jovetic, Banega, Ranocchia e Marcelo Brozovic. Tutti giocatori fuori dai piani di Spalletti.

  • JOVETIC- La situazione del montenegrino dovrebbe sbloccarsi in settimana, quando il Siviglia deciderà se versare o meno i 13 milioni per il riscatto. Piace anche al Marsiglia, ma Sabatini avverte: “Niente sconti”.
  • BANEGA- Anche il destino di Evèr Banega appare sempre più lontano da Milano. Per il fantasista si è fatto avanti il Tigrès, pronto ad offrire quasi 15 milioni per il cartellino.
  • RANOCCHIA- Rientrato dalla deludente esperienza all’Hull City, il centrale italiano ha già le valigie pronte per lasciare la Pinetina. Su di lui ci sono diversi club di Premier League, dove il Made in Italy va sempre più di moda.
  • BROZOVIC- La questione relativa al centrocampista croato è al momento quella più spinosa. Il giocatore vuole la cessione, e la società non intende opporsi. Al momento però non si registrano particolari movimenti attorno al nome di Brozovic, solamente lo Zenit  di Mancini sembra interessato.

LASCIA UN COMMENTO