Milan, Fassone fa il punto sull’attacco

Ormai è un mantra: il Milan non si ferma più. Fassone vuole un altro colpo, stavolta in attacco. 

Quelli di Biglia e Bonucci sono i due nuovi arrivi più recenti, ma non saranno gli ultimi. La dirigenza rossonera ha più volte asserito che è ancora alla ricerca di un rinforzo per il reparto offensivo. Oggi l’ad ha chiarito la sua posizione, facendo tre nomi di grande rilievo.

FASSONE: “CI SONO ANCHE ALTRI NOMI, MA VORREMMO BELOTTI, MORATA O AUBAMEYANG”

Fondamentalmente è arrivata una conferma per tutti le trattative che erano state accostate allo staff del club milanese. Ai microfoni di  Mediaset Premium  , Fassone ha parlato degli obiettivi più vicini garantendo, ancora una volta, che il Milan colpirà ancora.

“Quando rientreremo in Italia, imboccheremo la strada giusta. Stiamo tenendo aperte tutte le piste e faremo sicuramente qualcosa di bello. Sono stati fatti tanti nomi e di attaccanti fortissimi. Sarebbe bello avere uno tra Belotti, Morata o Aubameyang. Vedremo su chi cadrà la scelta, anche se ci sono nomi che ancora non sono emersi in maniera roboante sui media. Evidentemente stiamo pensando di fare ancora qualcosa in quel ruolo”.

Se l’obiettivo di Montella è un attaccante, i cinesi puntano altissimo. Mentre resta ancora da definire qualche cessione necessaria, i rossoneri non hanno paura di intavolare trattativa impegnative. Nessuno tra i nomi fatti dall’ad sarebbe infatti di facile “conquista”. Belotti ha una clausola a tre cifre e l’entourage milanista starebbe lavorando con Cairo per trovare una contropartita da inserire nell’affare.

Nel Real Madrid c’è Morata che è richiestissimo, soprattutto in Premier League, e l’appeal della massima serie inglese dà sempre un piccolo vantaggio ai club d’oltremanica. Infine, si pensa ad Aubameyang, mentre il Borussia Dortmund ha dato due giorni di scadenza al giocatore per prendere una decisione o essere tolto dal mercato. Nulla di semplice dunque: le ambizioni del Milan passano dal lavoro di Fassone e Mirabelli in degli affari complicati. Le finanze cinesi lo consentono, non resta che aspettare quali scelte faranno i rossoneri.

LASCIA UN COMMENTO