La prima fuga è blaugrana: il punto sulla seconda giornata in Spagna

Si è giocata la seconda giornata di campionato nella Liga spagnola, con una sorpresa che fa rumore: il favoritissimo Real si è fermato all’esordio casalingo lasciando la vetta della classifica al Barça in coabitazione con due sorprese. Desta perplessità, in fondo alla classifica, il momento no di due progetti intriganti come Celta e Villarreal; affonda un bruttissimo Las Palmas sotto i colpi di un Atletico Madrid in cerca di riscatto.

BARÇA OK, ATLETI A VALANGA, NON PASSA IL REAL

Un altro 2-0 per il Barcellona, stavolta in casa dell’Alavés: partita rivelatasi più insidiosa del previsto con i padroni di casa meglio dei blaugrana in un primo tempo in cui Messi si fa parare un rigore da un miracolo di Pacheco (uno dei migliori portieri della scorsa Liga). Nella ripresa però la legge della Pulga non lascia scampo e con una doppietta stende la formazione basca, vittima di un vistoso calo nella seconda parte del match. Tutto fin troppo facile per l’Atletico Madrid in casa di un Las Palmas troppo brutto per essere vero in queste prime giornate: dopo 5′ minuti è già 2-0 con un altro slalom stupendo di Correa e la firma di Carrasco. Dopo l’incornata vincente di Calleri (terzo gol di testa subito dai Colchoneros in due gare), si scatena lo show di Koke con una bomba da fuori e una pregevole rovesciata, quindi il rigore parato da Oblak e il pokerissimo di Thomas. Non si ride sull’altra sponda di Madrid: nel giorno della coppa alzata (dopo 100 giorni dalla vittoria della scorsa Liga), un Real decimato in difesa impatta contro l’ottimo Valencia rigenerato da Marcelino. Grande protagonista, al debutto, Kondogbia: colpevole nel vantaggio di Asensio, ispirato pochi minuti dopo nel pareggio di Carlos Soler, quindi autore del vantaggio valenciano. Nel finale però ancora Asensio sorprende Neto su punizione, il portiere si riscatta poi nel recupero con un miracolo su un Benzema sfortunato e sprecone.

CADE ANCORA IL CELTA, REAL SOCIEDAD DA SOGNO

Tra il ceto medio-alto del campionato, il Siviglia passa a Getafe nel finale nonostante una prestazione poco convincente, mentre i rivali cittadini del Betis superano un Celta Vigo capace di farsi rimontare per la seconda volta in due partite: male la partenza di Unzué, nonostante il terzo gol in due partite totali in Liga del giovane Maxi Gomez. Passano gli anni ma non cambiano le abitudini: ci deve pensare come sempre Aduriz, sostenuto da una difesa granitica, a far tornare alla vittoria l’Athletic Bilbao nella sfida basca in casa dell’Eibar. Lo show della seconda giornata però è dei rivali euskadi della Real Sociedad, che rifilano un 3-0 netto nel giro di 45′ a un Villarreal ancora alla ricerca del proprio equilibrio ed annullato dall’assenza del proprio faro di centrocampo Bruno Soriano: da segnalare lo stupendo gol di Juanmi e la rete di Xabi Prieto nella partita numero 500 del capitano con la maglia biancoblu.

È IL LEGANES LA TERZA CAPOLISTA

Con Real Sociedad e Barcellona in vetta alla classifica c’è il sorprendente Leganes, che passa ancora di misura facendo il colpaccio in casa dell’Espanyol grazie all’esuberante difensore centrale Mantovani. Stupisce anche il neopromosso Girona, che, dopo il pareggio agrodolce contro l’Atletico, supera un Malaga troppo sterile davanti senza i ceduti Fornals e Sandro. Bene anche un’altra neopromossa come il Levante: sotto di due gol contro il Deportivo La Coruña, riesce a rimontare in inferiorità numerica con una perfetta punizione del talentuoso Bardhi e un rigore di Ivi.

REAL SOCIEDAD – VILLARREAL 3-0 (25′ Willian Jose, 34′ Xabi Prieto, 45′ Juanmi)
BETIS SIVIGLIA – CELTA VIGO 2-1 (31′ Sergio Leon, 77′ Feddal – 10′ Maxi Gomez)
ALAVES – BARCELLONA 0-2 (55′ e 66′ Messi)
LEVANTE – DEPORTIVO LA CORUNA 2-2 (35′ Bardhi, 83′ Ivi rig. – 5′ Cartabia, 31′ Sidnei)
GIRONA – MALAGA 1-0 (28′ Alcala)
LAS PALMAS – ATLETICO MADRID 1-5 (58′ Calleri – 3′ Correa, 5′ Carrasco, 62′ e 75′ Koke, 88′ Thomas)
ESPANYOL – LEGANES 0-1 (27′ Mantovani)
EIBAR – ATHLETIC BILBAO 0-1 (38′ Aduriz)
GETAFE – SIVIGLIA 0-1 (83′ Ganso)
REAL MADRID – VALENCIA 2-2 (10′ e 83′ Asensio – 18′ Soler, 77′ Kondogbia)

LASCIA UN COMMENTO