Roma, Monchi chiude il mercato: “Schick ultima presentazione. Mahrez? Interrotte le trattative”

Monchi chiude il calciomercato estivo della Roma. Almeno a parole. Il dirigente giallorosso ha spento tutte le voci sui prossimi colpi last minute dei capitolini in sede di mercato.

Dopo aver acquistato brillantemente Patrik Schick dalla Sampdoria di Massimo Ferrero, i tifosi attendevano con ansia nuovi sviluppi dal fronte del calciomercato ma lo spagnolo sembra aver chiuso tutte le porte.

MONCHI: “SCHICK ULTIMO ACQUISTO! DIFFICILE PIAZZARE GYOMBER E VAINQUEUR”

Ramón Rodríguez Verdejo, detto Monchi, ha parlato a margine della conferenza stampa di presentazione del nuovo acquisto dei giallorossi. Patrik Schick, arrivato dai blucerchiati nelle scorse ore di mercato, potrebbe essere l’ultimo innesto per Di Francesco. La difesa, quindi, non dovrebbe beneficiare di nessun altro tassello. Ecco le parole del dirigente spagnolo: “Questa è l’ultima presentazione del mercato, non ci saranno altri calciatori e vi risparmio questo tipo di domanda. Ricopro il ruolo di direttore sportivo da tanti anni e questa è una delle operazioni che mi lascia più soddisfatto. È un giocatore magnifico, ho avuto il sostegno del club e la disponibilità di Schick nel venire qui. “E’ stato un lavoro di squadra, da Baldissoni a Totti, abbiamo lavorato insieme per offrire a Schick il miglior prodotto possibile nel venire a lavorare alla Roma.” 

Mercato in entrata virtualmente chiuso, quello in uscita invece? Monchi ha le idee chiare: “Le situazioni sono diverse, il lavoro difficile è per le uscite di Gyomber e Tumminello potrebbe anche restare perché piace al tecnico, ma se trovassimo un’opzione che ci aggrada, potremmo mandarlo in prestito. Castan è diverso, se non dovessimo trovare un club adeguato, potrebbe restare.”

Inevitabile la battuta su Riyad Mahrez, il calciatore del Leicester City a lungo inseguito durante l’estate: “Impossibile comprare qualcosa da qualcuno che non vuole vendere, ad un certo punto si interrompe tutto.”

Monchi, poi, svela un clamoroso retroscena di mercato: “Il primo viaggio fuori Roma che ho fatto come ds della Roma, l’ho fatto per trattare proprio Patrik Schick. Risale a due mesi e mezzo fa. Significa che Patrik è sempre stato una nostra ossessione, ma in quel momento la Juve era la prima opzione per lui. Ma la prima operazione che ho fatto è stata proprio per lui.” 

Lo spagnolo parla anche del rapporto con Di Francesco, mister della Roma: “Innanzitutto, tutte le decisioni sono state prese con l’allenatore Di Francesco, non ho preso decisioni in solitudine. Vorrei fare una riflessione generale: tutte le squadre possono essere migliorate, ma occorre avere gli strumenti finanziari. La Roma ha fatto un grande sforzo rispetto alle sue possibilità, abbiamo fatto il massimo e sono soddisfatto. Tutte sono migliorabili, anche Barcellona e Real Madrid, però sono soddisfatto. Che voto darei alla Roma? Sono contento, ma non pienamente contento. Sono ambizioso per natura, avrei potuto fare meglio e sono sicuro. Ma sono felice lo stesso, decido studiare di più per la prossima sessione”

L’ultimo passaggio è dedicato a Stephan El Shaarawy: “Resta alla Roma, non abbiamo ricevuto nessuna offerta.”

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO