Hotel Meliá – Russo a OkC: “Juventus, Napoli e le milanesi per lo scudetto”

I nostri inviati all’Hotel Meliá di Milano hanno intercettato Carmine Russo. L’ex direttore di gara (140 partite arbitrate in Serie A) si è sbottonato sulla corsa scudetto e sulle possibili sorprese del campionato appena iniziato. 

L’ex arbitro di Avellino, quest’anno team manager della Casertana (Serie C), ha espresso il suo pensiero sulle maggiori pretendenti allo scudetto indicando la Juventus come favorita numero uno.

RUSSO: “JUVENTUS FAVORITA MA ATTENZIONE ALLE MILANESI”

Un parere autorevole arrivato da chi ha calcato per moltissimi anni il palcoscenico prestigioso della massima serie. Carmine Russo, dirigente sportivo con un passato prestigioso da arbitro, ci ha rivelato a microfoni spenti il suo personale pronostico sulla stagione sportiva in corso. Ecco in esclusiva le sue parole.

“Dopo aver assistito alle prime due giornate di campionato, qual è la sua personale griglia di partenza?”
“Lo scorso campionato è terminato con la Juventus al primo posto e dopo due giornate troviamo i bianconeri a punteggio pieno, ancora fra le prime. Sono certamente la prima squadra accreditata a vincere il torneo. Vedo molto bene Milan, Napoli ed Inter ma sarà il campo a dirci la verità a maggio.”

“Cosa si aspetta dal nuovo progetto del Milan targato Montella?”
“Montella è un allenatore molto valido, lo conosco da molti anni. Ha sempre fatto molto bene. Quest’anno, fortunatamente per il Milan, hanno trovato la quadra giusta come testimoniano i successi nei preliminari di Europa League e nelle prime due gare di Serie A. Hanno tutte le credenziali per fare molto bene.”

“Sampdoria e Fiorentina hanno cambiato molto: cosa si aspetta da queste due squadre? Quale sarà la sorpresa di questo campionato?”
“La sorpresa del campionato potrebbe essere una neopromossa. La Spal, ad esempio, è partita molto forte. Samp? Hanno dato via Schick, un giocatore fondamentale quindi qualcosa hanno perso. Giampolo è un allenatore molto capace e valido e saprà certamente fare di necessità virtù. La Fiorentina ha tanti giovani promettenti, sono proiettati nella costruzione di un progetto futuro ambizioso.”

 

 

LASCIA UN COMMENTO