wwwe

La Serie B torna ad infestare le pagine di Ok Calciomercato con le sue palpitanti emozioni. Il campionato cadetto è pronto a turbare i sogni di tantissimi tifosi di calcio italiani. Speranze promozione, bagarre play-off, forche caudine rappresentate dai play-out e l’inferno della retrocessione in Serie C: benvenuti al racconto della seconda giornata.

La terza giornata di Serie B incorona la prima capolista solitaria del torneo: il Carpi di Calabro fa tre su tre e volando a 9 punti in classifica. Dietro ai biancorossi si assesta la coppia formata da Perugia e Frosinone a quota 7 punti. Ad un punto dal gradino d’argento, troviamo le soprendenti Parma e Cremonese. Nelle zone basse la Pro Vercelli è ferma a quota 0 mentre arrancano Foggia, Cesena e Virtus Entella con un solo punto in tre giornate.

PESCARA-FROSINONE 3-3 (4′, 39′, 46′ Pettinari; 55′, 61′ Ciano, 71′ D. Ciofani)

Spettacolare pareggio zemaniano all’Adriatico di Pescara. I padroni di casa guidati dal boemo partono fortissimo mettendo subito sotto il Frosinone: Del Sole sfonda sulla destra e mette a centro area trovando la deviazione sotto misura di Pettinari. Al 4′ gli abruzzesi sono avanti. Il Pescara gioca bene ma gli ospiti non stanno a guardare: tre legni, due di Ciano, strozzano la gioia in gola ai tifosi ciociari. Al 39′ la serata diventa nefasta per i laziali: Coulibaly profondo per De Sole, il napoletano mette nuovamente in mezzo una palla tesa girata perfettamente da Pettinari: 2-0 ed Adriatico in visibilio. Al 46′ ancora l’attaccante scuola Roma arpiona palla in area vincendo il contrasto fisico con il diretto marcatore, si gira e fulmina Bardi per la terza volta. In avvio di secondo tempo Maiello colpisce la traversa, è il preludio alla clamorosa rimonta frusinate: al 55′ Ciano disegna una parabola perfetta da calcio piazzato che non lascia scampo a Pigliacelli per poi ripetersi al 61′ scaraventando sotto la traversa in area di rigore. La rimonta viene completata dal solito Ciofani: l’ex di giornata al 71′ si gira e scarica un potente sinistro sotto l’incrocio per il pareggio. A nulla servono gli ultimi assalto del Frosinone, il Pescara si salva in affanno. Un punto a testa che proietta entrambe le società a quota 7 punti in classifica.

camillo-ciano-ok-calciomercato

AVELLINO-FOGGIA 5-1 (9′, 59′ Ardemagni, 21′, 36′ Morosini, 70′ Castaldo; 28′ Mazzeo)

L’Avellino di Novellino strapazza il Foggia risorgendo dal brutto KO di Cremona. Partono forti i verdi: Rubin atterra Molina in area di rigore, per Pinzani è penalty. Ardemagni vince il duello con Guarna dagli undici metri portando, dopo nove minuti, avanti i campani. Al 20′ gli irpini sublimano il dominio territoriale per la seconda volta: Molina, ispiratissimo, pesca Morosini che di destro infila nuovamente la porta dei “Satanelli”. Dopo otto minuti, i pugliesi riaprono il match: altro calcio di rigore, dubbio, siglato chirurgicamente da Mazzeo. L’Avellino, colpito a freddo, reagisce immediatamente portando Morosini a realizzare la seconda rete della partita: cross di Laverone, deviazione del calciatore di proprietà del Genoa per il 3-1 che chiude i primi quarantacinque minuti. Il Foggia non cambia marcia nel secondo tempo mentre gli irpini, sospinti dal pubblico amico, continuano le loro scorribande offensive. Al 59′ Bidaoui semina il panico nella retroguardia foggiana, il cross in area dell’ex Latina non trova Molina pronto ma Ardemagni, da bomber di razza, è lesto a gonfiare nuovamente la rete ospita per la quarta volta siglando la sua doppietta personale. La squadra di Stroppa non c’è più e Castaldo al 70′ arrotonda ulteriormente il risultato raccogliendo il rimbalzo della traversa (tiro di D’Angelo) e depositando per la quinta volta la sfera in rete. Con la vittoria odierna, i lupi irpini volano a quota 6 in classifica mentre il Foggia rimane mestamente con un solo punto in graduatoria.

luigi-castaldo-ok-calciomercato

PALERMO-EMPOLI 3-3 (9′ Cionek, 13′ Coronado, 76′ Gnahorè; 22′ Simici, 54′, 93′ Caputo)

Pirotecnico pareggio nel secondo big match di giornata. La sfida fra retrocesse nella scorsa stagione termina con un incredibile 3-3. Partono fortissimo i ragazzi di Tedino: Cionek, dagli sviluppi di calcio piazzato, svetta su tutti freddando un Provedel non esente da colpe. Il vantaggio gasa il Palermo e stordisce l’Empoli: al 13′ Coronado inventa un tiro a giro dai venticinque metri che muore sotto l’incrocio dei pali. Siciliani avanti di due reti dopo tredici minuti. Giocano bene i rosanero ma, in modo totalmente estemporaneo, i toscani di Vivarini trovano il goal che accorcia momentaneamente le distanze dai rivali: Posavec resta inchiodato sulla linea di porta su un traversone avversario, la lettura sbagliata dell’estremo difensore favorisce l’incornata comoda di Simic. Il secondo tempo, dopo la vivacità del primo, si apre con il pareggio degli ospiti: Caputo è abile al 54′ a scaricare in rete dalla destra trovando nuovamente Posavec incerto.  Il pareggio rinvigorisce l’Empoli e spegne progressivamente il Palermo. Al 76′, però, Rispoli s’incunea in area seminando il panico, il rimpallo successivo favorisce Gnahorè che, dalla retrovie, sorprende tutti battendo Provedel. Tutto finito? Macchè. Al 93′ Rispoli stende in area Caputo: è lo stesso attaccante toscano che si presenta dagli undici metri trafiggendo Posavec per il 3-3 finale. Con il pareggio odierno, Palermo ed Empoli si assestano rispettivamente al settimo e nono posto con 5 punti.

thiago-cionek-ok-calciomercato

ASCOLI-NOVARA 1-2 (6′ VARELA; 39′, 50′ DA CRUZ)

Prima vittoria stagionale per il Novara che espugna in rimonta il campo dell’Ascoli.  Sono i locali, però, a partire forte: al 6′ Varela deposita a porta sguarnita il goal del vantaggio marchigiano. I padroni di casa sfiorano svariate volte il doppio vantaggio ma sono i piemontesi a pungere al 39′: Lanni respinge maldestramente una punizione di Ronaldo, Moscati è lesto a mettere in mezzo trovando la deviazione vincente di Da Cruz. La rete dell’olandese scatena il match: l’Ascoli sfiora la rete due volte con Clemenza e Favilli mentre Da Cruz genera un pallonetto che sfiora la traversa. Ad inizio ripresa, il Novara compie il sorpasso decisivo: Lanni ancora incerto nelle respinte, Da Cruz raccoglie la palla vacante ed insacca il vantaggio. Non servirà a nulla il forcing finale dei padroni di casa per evitare la sconfitta. Grazie alla doppietta del calciatore olandese, il Novara conquista i primi tre punti del torneo agganciando proprio l’Ascoli.

alessio-da-cruz-ok-calciomercato

BARI-VENEZIA 0-2 (29′ BENTIVIOGLIO, 58′ ZIGONI)

Prima vittoria in campionato per il Venezia di Inzaghi. A farne le spese è il Bari, alla seconda sconfitta consecutiva in Serie B dopo l’esordio vincente. Partono fortissimi i “Galletti” che costringono i lagunari a difendersi con le unghie e con i denti: prima Salzano, poi Nenè sfiorano il goal. A passare in vantaggio, però, sono gli ospiti: D’Elia stende Falzerano, è calcio rigore: dal dischetto Bentivoglio è freddo e non lascia scampo a Micai. La rete del vantaggio non scoraggia i padroni di casa ma i tentavi dei biancorossi risultano imprecisi portando la gara al riposo sul 0-1 per i veneti. Come nel primo tempo, il Bari comincia forte ma sbatte sull’estrema difesa di Audero e subisce il 0-2 sull’unica sortita offensiva del Venezia: sponda di Moreo, deviazione da pochi passi di Zigoni. La scarsa vena realizzativa dei padroni di casa sbatte sui legni nelle ultime battute di match: è splendido Audero che devia un gran tiro di Improta in angolo, sul cacio d’angolo successivo è Floro Flores a centrare la traversa. Cinico e concreto, il Venezia coglie la prima gioia sul campo del San Nicola portandosi a 5 punti. Resta fermo a quota 3, invece, il Bari di Grosso.

gianmarco-zigoni-ok-calciomercato

UNICUSANO TERNANA-CESENA 1-0 (7′ Angiulli)

Vittoria casalinga importante per la Ternana che sale a quota 5 punti inchiodando il Cesena nei bassifondi con un solo punto in tre giornate. L’equilibrio iniziale viene distrutto dopo sette minuti di match: grande azione di Defendi che trova l’incursione a rimorchio di Angiulli, il calciatore di Pochesci calcia a botta sicura spedendo la sfera alle spalle di Fulignati. Il Cesena potrebbe rispondere al 12′: Fazzi serve un delizioso assit a Gliozzi, il colpo di testa piazzato termina clamorosamente a lato. Al 17′ ci prova Plizzari ma il tiro termina di poco a lato. Nella ripresa la partita è meno vivace del primo tempo: i tentavi umbri non trovano fortuna mentre il Cesena non riesce a scardinare l’attenta retroguardia rossoverde.

federico-anguilli-ok-calciomercato

SPEZIA-VIRTUS ENTELLA 2-1 (14′ Terzi, 90′ Marilungo; 61′ De Luca)

Lo Spezia lascia le anguste sabbie mobili degli zero punti aggiudicandosi il derby ligure contro la Virtus Entella. A rompere gli equilibri sono i padroni di casa con Terzi, che al 14’ sul corner di Juande con una bella girata sigla il vantaggio. Nella ripresa il nuovo entrato De Luca riequilibra il match al 61′ trovando la deviazione vincente di testa. La rete che manda in estasi il Picco si manifesta negli ultimi attimi di match: il cross di Lopez viene girato in area da Granoche, la sponda del “Diablo” favorisce Marilungo che, a tu per tu con Iacobucci, fredda l’estermo difensore della Virtus. Vittoria essenziale per gli spezzini che sconfiggono i rivali regionali dell’Entella uscendo dai bassifondi. I biancazzurri restano a quota 1 in classifica.

guido-marilungo-ok-calciomercato

CARPI-SALERNITANA 1-0 (35′ Malcore)

Terza vittoria in campionato e vetta solitaria per il Carpi di Calabro che fra le mura amiche del Cabassi batte di misura la Salernitana di Bollini. La prima occasione è di marca ospite con Gatto che, a tu per tu con Colombi, scarica addosso all’estremo difensore di casa. Colombi viene ancora impegnato al 23′ dal fendente da fuori di Odjer. Le occasioni sono dei campani, la rete arriva per gli emiliani: Malcore in acrobazia batte l’incolpevole Radunovic regalando il vantaggio ai suoi. Nel secondo tempo, Bocalon prova per due volte ad impensierire il portiere biancorosso: la prima girata termina ampiamente a lato, nella seconda occasione, invece, Colombi è bravo ad abbassare la saracinesca emiliana. L’occasione più limpida nei secondi quarantacinque minuti per il Carpi capita sui piedi di Mbakogu: il pallonetto del nigeriano, però, risulta debole. Vince il Carpi che schizza in vetta alla classifica a punteggio pieno. Resta a 2 punti la Salernitana.

giancarlo-malcore-ok-calciomercato

PRO VERCELLI-CREMONESE 1-4 (8′ PESCE, 38′ BRIGHENTI, 81′ CAVION, 90′ MOKULU; 88′ FIRENZE)

A Vercelli fanno festa i grigiorossi della Cremonese. Partita a senso unico che si sblocca dopo 8′ minuti di gara: Pesce raccoglie palla fuori area, il destro del centrocampista viene deviato dalla difesa della Pro Vercelli mettendo fuori causa l’estremo difensore piemontese. Partita vivace con le due squadre che si fronteggiano a viso aperto ma al 38′ gli ospiti sublimano la loro maggior voglia di vittoria: Cavion tira, Brighenti devia battendo nuovamente Nobile. Nel secondo tempo, la Pro Vercelli si butta in avanti alla ricerca del goal che riaprirebbe le sorti del match ma Cavion, con un goal d’antologia in girata volante, firma il 0-3 per i lombardi. Al 88′ Firenze trasforma il calcio di rigore per la Pro siglando il suo primo goal in Serie B ma la Cremonese non è sazia: al 90′ Paulinho parte in velocità e serve Mokulu che infila comodamente il 1-4 finale. 6 punti per la matricola terribile di Tesser, panchina a rischio per Grassadonia.

simone-pesce-ok-calciomercato

PARMA-BRESCIA 0-1 (60′ FERRANTE)

Cade in casa una delle vecchie capoliste della serie cadetta. Il Parma, sotto l’acquazzone del Tardini, annega sotto le onde azzurre del Brescia. Partono meglio gli ospiti grazie alle geometrie precise di Machin in mezzo al campo, al dinamismo di Ndoj ed ai movimenti armonici dell’intera squadra scelta da Boscaglia. I lombardi vanno vicini al vantaggio numerose volte ma Frattali è attento ed allontana la minaccia. Alla mezzora è Insigne ad impegnare il portiere ospite costringendolo al grande intervento. Il secondo tempo tempo si trasforma in una gara di pallanuoto: la pioggia battente non regala tregua ai giocatori in campo e lo spettacolo ne risente. Giocare di sciabola, non più di fioretto: al 60′ Ferrante fa valere tutta la sua prestanza fisica spedendo in rete, di testa, un piazzato di Furlan. Il forcing finale del Parma produce due palle goal colossali negli ultimi minuti: Di Cesare, ex di giornata, spedisce fuori da posizione invitante mentre Nocciolini spedisce sopra la traversa graziando Minelli. Il Brescia vola nonostante la pioggia, il Parma si ferma con onore intatto.

jacopo-dezi-ok-calciomercato

CITTADELLA-PERUGIA 1-1 (72′ SALVI; 31′ CERRI)

Un punto a testa nel monday-night della Serie B: al Tombolato, Cittadella e Perugia si spartiscono la posta in palio al termine di una gara vibrante e ricca d’emozioni. Entrambe le squadre vogliono portare a casa i tre punti, a passare sono gli ospiti: al 31′ Di Carmine calcia verso la porta dei granata trovando l’attenta guardia di Alfonso, sul rimpallo si fionda Cerri che sigla la rete del vantaggio umbro. Il Cittadella preme sull’acceleratore alla ricerca del pari scoprendosi, spesso, alle ripartenze dei “Grifoni”. Al 72′ i veneti, dopo aver colto un palo con Schenetti, agguantano il pari: sugli sviluppi di una palla inattiva Rosati buca l’intervento favorendo la rete di Salvi. Nel finale gli umbri potrebbero siglare la clamorosa vittoria ma il legno ferma Bianco e le velleità di vittoria del Perugia. Con il pari odierno il Perugia aggancia il Frosinone a quota 7 mentre il Cittadella sale a 4 punti in classifica.

alessandro-salvi-ok-calciomercato

LA CLASSIFICA: