Europa League, trionfo Italia: vincono Atalanta, Milan e Lazio

Si è conclusa la prima giornata della fase a gironi di Europa League, turno che è stato estremamente positivo per tutte le italiane: Milan e Atalanta riescono a superare due avversari piuttosto ostici, soprattutto l’Everton per gli orobici, con larghi risultati. Altrettanto bene la Lazio che, seppur con qualche difficoltà, super in rimonta il Vitesse grazie al solito Murgia.

ESORDIO COL BOTTO PER L’ ATALANTA: 3-0 ALL’EVERTON 

Iniziamo con la sorpresa assoluta di giornata: al Mapei Stadium di Reggio Emilia (dove l’Atalanta giocherà le partite casalinghe di Europa League) arriva l’Everton di Koeman, una squadra sicuramente più abituata e preparata a sfide di questo genere rispetto all’esordiente Dea. Ciononostante i ragazzi di Gasperini si rendono protagonisti di una roboante vittoria che conferma quanto di buono fatto vedere durante la scorsa stagione. Ad aprire le marcature, dopo un avvio piuttosto equilibrato, è capitan Masiello il quale raccoglie alla perfezione l’invito del papu Gomez su corner al minuto 28. La seconda marcatura degli orobici è un pezzo di bravura del solito fantasista argentino: gran destro potente e preciso sotto l’incrocio. Al 41′ la Dea è sopra di due gol e l’Everton assolutamente incapace di reagire. A chiudere il match ci pensa 3 minuti più tardi Cristante servito da un ottimo Petagna lanciato in contropiede. Nel secondo tempo poco da ricordare se non la traversa di Remo Freuler che avrebbe potuto rendere il passivo ancor più duro per gli inglesi.                                                                                                                         Nell’altro match del girone arriva il pari tra Apollon e Lione che regala all’Atalanta il primo posto solitario in classifica.

PASSEGGIATA MILAN: 5-1 ALL’AUSTRIA VIENNA 

Altrettanto rotonda è la vittoria del Milan sull’Austria Vienna: la partita si mette subito in discesa grazie ad un missile terra aria del solito Hakan Chalanoglu (7′) servito in area di rigore da Kalinic. Passano tre minuti e inizia lo show di André Silva: al 10′ e al 20′ messo praticamente davanti al portiere austriaco ancora dal magico destro di Chalanoglu il portoghese non può che appoggiare in rete. Al 56′, dopo il gol della bandiera degli austriaci segnato al 47′ da Borkovic, torna in cattedra il Milan: imbucata centrale di Kessiè ancora per il centravanti ex Porto che, alla terza volta davanti a Hadzikic, non può sbagliare. Al 63′ Suso, subentrato a Kalinic, chiude la gara con un bel sinistro da fuori area.                     Milan a 3 punti nel girone insieme allo Slavia Praga che ha battuto 1-0 in casa il Maccabi Tel Aviv.

LAZIO AL CARDIOPALMA: 3-2 IN STILE SUPERCOPPA E 3 PUNTI CONQUISTATI

Una gara molto più equilibrata e in bilico fino alla fine quella di Arnhem dove il Vitesse ospitava la Lazio. La gara si apre male per i biancocelesti che al 33′ subiscono il gol di Matavz sull’ottimo cross di Rashica. Il pareggio laziale, arrivato al 51′ grazie ad un tiro al volo dal limite di Parolo, dura solo sei minuti perché al 57′ è Linssen a riportare gli olandesi in vantaggio ancora su assist di Rashica. Inzaghi, a questo punto, decide di far entrare i titolarissimi e così trova prima il gol del pareggio con il solito Ciro Immobile su assist di tacco di Caicedo e poi il 2-3 di Murgia (proprio come in Superocoppa Italiana contro la Juventus) che regala i tre punti anche alla Lazio.                                                                                                                        0-0 tra Herta Berlino e Athletic Bilbao nell’altra gara del girone e Lazio prima in testa alla classifica.

 

LASCIA UN COMMENTO