Milan, quattro nomi in lizza se parte Montella

Marassi e l’Olimpico non sono solo due stadi: per il Milan sono due ferite che sanguinano ancora. Soprattutto agli occhi della dirigenza, più che di Vincenzo Montella, tanto che le ultime voci intorno al mister campano parlano di un possibile esonero se non dovessero arrivare almeno quattro punti contro Roma ed Inter.

MILAN, SE PARTE MONTELLA PRONTI QUATTRO NOMI

A preoccupare maggiormente la società, insieme alle mere sconfitte, sono stati i continui cambi di modulo ed i troppi punti di domanda sugli acquisti estivi. Calhanoglu ed Andrè Silva sono i punti interrogativi maggiori nella mente di Montella, ma non in quella di Fassone, che li ritiene due elementi imprescindibili. Se nell’impegno casalingo contro la Roma e poi nel successivo derby con l’Inter, Montella non dovesse dimostrare cambiamenti decisi, potrebbe scattare il clamoroso esonero. I nomi per sostituire il campano sono già quattro: Tuchel, Mazzarri, Luis Enrique, Paulo Sousa.
Tomas Tuchel, primo della lista, sarebbe il nome più gradito sia per eco internazionale che per tipo di gioco praticato: offensivo, arioso e mai conservativo. Chiedere dalle parti di Dortmund.
Walter Mazzarri ha già incrociato Fassone e Mirabelli all’Inter, ed esiste stima tra i dirigenti ora milanisti e l’ex mister nerazzurro.
Luis Enrique è il nome con meno probabilità di approdare al Milan: non vuole assolutamente lasciare il suo anno sabbatico, e preferisce notoriamente costruire le sue squadre da zero più che sbarcare da sostituto.
Ultimo profilo, Paulo Sousa. L’ex-Fiorentina è rimasto senza squadra dopo che in estate era stato cercato dallo Jiangsu Suning; non è passato inosservato il suo lavoro, seppur incompiuto, alla guida della Viola.

LASCIA UN COMMENTO