Di Maria in Cina non è più utopia: partono i primi contatti

La permanenza di Angel Di Maria a Parigi è tutt’altro che scontata. Il 29enne argentino appare ai margini del progetto di Emery, che prevede Mbappè, Draxler e Neymar davanti in graduatoria a El Fideo.

E SE DI MARIA DIVENTASSE UN PROBLEMA?

Ormai si sa, trattenere a forza un giocatore scontento è più che deleterio per l’ambiente, soprattutto se parliamo di un giocatore del livello di Angel Di Maria.

I malumori del Fideo non passano inosservati alla dirigenza parigina, che potrebbe sacrificare il craque argentino per salvaguardare gli equilibri di spogliatoio.

DI MARIA IN CINA NON È PIÙ UTOPIA

In estate era stato accostato al Barcellona ma soprattutto al campionato cinese. Se per la prima si trattò di sola suggestione, per la pista asiatica fu tutt’altro discorso.

Con il Mondiale alle porte Di Maria non era il momento giusto, ma adesso le carte in tavola sono cambiate. L’Albiceleste rischia di non qualificarsi, l’aria al PSG si fa sempre più pesante e la figura di Neymar sempre più ingombrante.

Ragion per cui, come riporta TMW, alcuni intermediari si sono già messi all’opera per porre le basi di una trattativa che avrebbe del clamoroso.

Di Maria in Cina dunque, non è più un’utopia.

LASCIA UN COMMENTO