Il Barcellona si ferma, Ronaldo segna: le prime volte dell’ottava giornata di Liga

Dopo la pausa nazionali, riprende il campionato spagnolo e riparte con un partidazo carico di significati extra-calcistici visto il periodo storico: l’Atletico Madrid ospita per la prima volta il Barcellona al Wanda Metropolitano, per interrompere l’irresistibile striscia vincente dei blaugrana. Il Real Madrid riparte invece dalla coppia Benzema-Ronaldo, di nuovo insieme dopo tanto tempo per dare una scossa all’inizio stagione dei blancos.

PAREGGIO AL METROPOLITANO, VALENCIA SHOW

Attesissima la sfida tra Atletico Madrid e Barcellona. Se ci si aspettava un Messi spompato dall’impresa con l’Argentina e magari un Barça che aveva smarrito il filo del discorso dopo il primo scorcio di stagione pressochè perfetto, ci si sbagliava: l’argentino è stato al solito incontenibile, sfiorando già dopo 30 secondi un gol capolavoro e prendendo palo (l’ennesimo stagionale) su punizione nella ripresa, i catalani hanno sfoderato una prova gagliarda nonostante la prodezza di Saul con il piede “debole” da fuori area al 20′ avesse messo la partita in salita. Alla fine è Suarez a trovare il meritato pareggio nel finale, con l’Atleti sempre troppo in difficoltà sui cross dalla zona del vertice dell’area di rigore: entrambe le squadre rimangono imbattute, ma i colchoneros vincono troppo poco. Turnover pesante nel Real Madrid in casa del Getafe alla centesima in panchina merengue di Zidane, ma si rivede il tandem Benzema-CR7: sono proprio loro a decidere la partita. Un Benzema scatenato trova il vantaggio per il Real, poi Molina coglie il pari e fa vedere i fantasmi a Ronaldo, colpevole di un clamoroso errore a porta vuota, e compagni; l’ingresso di Isco, però, cambia la partita e propizia il primo gol stagionale del portoghese, finalmente sbloccato. Intriganti i match di Bilbao e Siviglia: nel primo caso i baschi dell’Athletic si impongono di misura sul Siviglia grazie al gol di Vesga, feticcio dell’allenatore Ziganda pescato dalla squadra B. Al Villamarin, invece, sono fuochi d’artificio tra Betis e Valencia in una partita indimenticabile: gli uomini di Marcelino vanno avanti di quattro gol e rischiano di farsi rimontare con un blackout di pochi minuti nel finale dall’arrembante formazione di Setién, sul 3-4 ci pensa Zaza a togliere i suoi dall’imbarazzo e portarli ad un’impronosticabile seconda piazza in classifica. Nel 3-6 finale protagonisti tanti ex “italiani”: dai goleador Sanabria, Tello, Zaza e Kondogbia al pararigori Neto.

SI RIVEDE LA REAL, BAKAMBU FA VOLARE IL SOTTOMARINO

Ad Alavés non si ripete Gianni De Biasi e fallisce il tentativo di bissare la vittoria al debutto: la Real Sociedad sembra aver ritrovato serenità dopo la pausa e, pur soffrendo, ritrova la vittoria dopo un mese mantenendo, incredibilmente, la porta inviolata. A Girona, il Villarreal vince grazie a Cedric Bakambu: l’attaccante ha segnato tutti e sette gli ultimi gol del submarino amarillo. Se la cura Calleja sembra aver portato buoni frutti al Villarreal, altrettanto non si può dire di Pako Ayestaran al Las Palmas: i canari, nel monday night che preannunciava valanghe di reti, ne prendono cinque in casa nonostante 40′ di superiorità numerica. Solo due gol nel finale rendono meno pesante il passivo contro un Celta Vigo che, orfano del suo bomber Maxi Gomez, ha ritrovato un Iago Aspas versione deluxe da centravanti atipico e un Emre Mor determinante al debutto da titolare in Liga.

SPROFONDA IL MALAGA DI MICHEL

Poche emozioni tra Eibar e Deportivo La Coruña dove due squadre che sembravano già impaurite dalla classifica e poco sicure di sè hanno regalato uno scarso spettacolo, dividendosi la posta senza sforzo. Reti bianche anche tra Espanyol e Levante, che si candidano ad un campionato di tranquilla metà classifica. Chi invece rischia sempre di più è Michel, panchina ormai infuocata dopo l’ennesima sconfitta: il Malaga non ha mai vinto e la disfatta casalinga contro il sorprendente Leganés potrebbe risultare fatale.

ESPANYOL – LEVANTE 0-0
ATHLETIC BILBAO – SIVIGLIA 1-0 (43′ Vesga)
GETAFE – REAL MADRID 1-2 (56′ Jorge Molina – 39′ Benzema, 85′ Cristiano Ronaldo)
ALAVES – REAL SOCIEDAD 0-2 (77′ Oyarzabal, 81′ Elustondo)
ATLETICO MADRID – BARCELLONA 1-1 (21′ Saul Niguez – 82′ Suarez)
EIBAR – DEPORTIVO LA CORUNA 0-0
GIRONA – VILLARREAL 1-2 (40′ Stuani – 9′ e 20′ Bakambu)
MALAGA – LEGANES 0-2 (56′ Gabriel, 78′ Szymanowski)
BETIS – VALENCIA 3-6 (79′ Campbell, 80′ Sanabria, 84′ Tello – 35′ Kondogbia, 45′ Guedes, 64′ Rodrigo, 74′ Santi Mina, 88′ Zaza, 93′ Andreas Pereira)
LAS PALMAS – CELTA VIGO 2-5 (90′ Vitolo, 93′ Remy – 16′ Emre Mor, 20′, 49′ e 76′ Aspas, 71′ Pablo Hernandez)

Barcellona 22, Valencia 18, Real Madrid 17, Atletico Madrid, Siviglia 16, Leganes 14, Real Sociedad, Villarreal, Betis 13, Celta Vigo, Athletic Bilbao 11, Levante 10, Espanyol 9, Getafe, Deportivo 8, Eibar 7, Girona, Las Palmas 6, Alaves 3, Malaga 1.

LASCIA UN COMMENTO