Napoli e Roma, sfide gemelle in Champions League

Due scontri tra Premier League e Serie A in questa giornata di Champions League. Napoli e Roma sono chiamate alle trasferte di Manchester e Londra: sfide intense e…molto simili.

Nel Gruppo F, Guardiola ospita Sarri per un match decisivo e lo spettacolo è assicurato. Altrettanto importante è l’impegno che attende Di Francesco: a Stamford Bridge il Chelsea di Conte affronta la Roma per confermare la leadership del Gruppo C. Partenopei e giallorossi, si troveranno di fronte quelle che, per certi aspetti, sono le rispettive “gemelle” del campionato inglese.

MANCHESTER CITY-NAPOLI: SFIDA TRA LE SQUADRE MIGLIORI DEL MOMENTO

Il paragone tra Napoli e Manchester City lo ha “iniziato” il tecnico dei Citizens: “Giocano il miglior calcio in Europa. Mi affascina il confronto con loro”. Non bastasse questa dichiarazione, è sufficiente dare un’occhiata ai numeri delle due squadre. Entrambe in vetta al rispettivo campionato, arrivano a questa sera da una vittoria, convincente quella del City, più “pesante” quella di Sarri.

I sette gol inflitti da De Bruyne e compagni allo Stoke City, fanno lievitare ancora le statistiche e consentono alla squadra di staccare il Manchester United. Con questa, Guardiola ottiene la nona vittoria consecutiva in tutte le competizioni e vuole rimanere in vetta al girone. Il Napoli però, non è da meno. Il gol di Insigne all’Olimpico è valso i 3 punti contro la Roma ed il primo allungo nei confronti della Juventus, sconfitta dalla Lazio a Torino. Sono senza dubbio le squadre che hanno saputo convincere e divertire di più in assoluto, in un ottimo stato di forma. Sarri affronta Guardiola quindi, un duello tra maestri di tattica e di fondamentale importanza, dalle scelte dei titolari fino all’ultimo dettaglio. “Once de gala” a disposizione di entrambi gli allenatori e tutto pronto per il calcio d’inizio alle 20:45.

CHELSEA-ROMA: CONTE PER IL RISCATTO, DI FRANCESCO PER L’IMPRESA

Quella dell’Etihad, è dunque una sfida che arriva nel miglior momento possibile per i due contendenti. D’altro tipo la trasferta della Roma a Londra. Come i Blues, i giallorossi sono quinti in campionato (con una partita da recuperare a dicembre) e distanti nove lunghezze dalla vetta. Neanche a dirlo, sono uscite entrambe sconfitte nell’ultimo week-end dei rispettivi campionati.

Il Chelsea ha ridato vita al Crystal Palace andando a perdere a Selhurst Park. Gli uomini di Hodgson, fermi a zero punti ed a zero reti segnate, hanno ottenuto la prima vittoria della stagione approfittando della poca “decisione” della formazione di Conte. Ultimamente, dalle parti di Stamford Bridge si sta facendo sentire un’emergenza infortuni. Sicuramente out Kanté, il tecnico italiano recupera Morata in extremis e perde anche Moses.

I giallorossi vanno a cercare l’impresa Oltremanica, prima di ospitare i Blues all’Olimpico il prossimo 31 ottobre. La sconfitta con il Napoli potrebbe rappresentare un peso importante per Di Francesco, il quale è invece determinato ad ottenere il massimo della posta. Alla sconfitta targata Insigne, si aggiunge l’infortunio di Manolas, costretto a restare fermo per un mese. La situazione delle due squadre è simile, come, almeno in parte, anche il morale delle due formazioni. La Roma può concentrarsi e, prendendo in considerazione l’indubbia difficoltà del campo, pensare magari anche ad una partita più “utile” che bella. Il Chelsea è chiamato a risvegliarsi perchè l’atmosfera sembra essere leggermente “scomoda”.

Nei prossimi due giorni di Champions League dunque, si giocheranno due match che sono di più di semplici partite europee. Simili ai rispettivi avversari per caratteristiche e numeri, Napoli e Roma saranno la risposta italiana a Manchester City e Chelsea. Dalla preparazione tattica di Guardiola e Sarri, alla grinta del Chelsea e l’ambizione giallorossa: sarà Premier League contro Serie A.

 

LASCIA UN COMMENTO