Bene le big, Valencia in paradiso: il punto sulla nona giornata di Liga

Cercano conferme Barcellona e Real Madrid alle prese con impegni non irresistibili, di quelli che solo pochi anni fa avrebbero scatenato la sfida a suon di gol tra Messi e Cristiano Ronaldo. Non impossibile neanche la trasferta dell’Atletico Madrid, in casa di un Celta Vigo ancora alla ricerca della miglior versione di sè. Partidazo della giornata quello tra Valencia e Siviglia, che si preannuncia lo scontro tra le due possibili sorprese ai piani alti della classifica: i primi vengono da un momento di forma esaltante e sono attesi dalla prova del nove, gli andalusi, dopo un ottimo inizio, sembrano accusare le prime difficoltà.

LEO E CR7 A SEGNO, ATLETICO NEL SEGNO DI OBLAK

Tutto facile per il Barcellona contro il Malaga fanalino di coda. La squadra di Michel, per ora sempre alla guida nonostante il solo punto in nove giornate, si vede tagliare le gambe dopo appena 2′ da un gol di tacco irregolare di Deulofeu: il pallone era infatti nettamente uscito sul fondo prima del cross di Digne. In una giornata di forte appannamento di Leo Messi, ci scappa comunque l’assist per il ritorno al gol di Don Andrés Iniesta, al quale il gol in Liga mancava dalla stagione 2015-16. Pochi problemi anche per il Real Madrid, che abbatte un Eibar neanche parente di quello della scorsa stagione. Due grandi azioni portano ai gol di Asensio e Marcelo dopo il vantaggio su autorete. Ancora male e nervoso Cristiano Ronaldo, panchina per Benzema; blancos che passano al piccolo trotto, rischiando solo in occasione di un contropiede sull’1-0 che Charles spreca in modo clamoroso, calciando malissimo da centrocampo. L’Atletico Madrid espugna il Balaídos, piegando il Celta Vigo grazie ad una rete su azione da corner di Gameiro, di nuovo titolare in Liga dopo l’infortunio; decisivo, al solito, lo strepitoso Oblak tra i pali per un Atletico ancora lontano dalle prestazioni migliori. Nel big match tra Valencia e Siviglia, i primi confermano il momento di onnipotenza calcistica, la squadra di Berizzo invece entra ufficialmente in crisi con nove (!) gol subiti nelle ultime due partite tra Champions e Liga. Forma straripante per Zaza, ancora in gol con una grande giocata, e un Gonçalo Guedes irresistibile e autore di una doppietta spettacolare.

IL VILLARREAL NON SI FERMA PIÙ, FORTINO LEGANES

Interessante la sfida tra Real Sociedad ed Espanyol, tra due squadre finora al di sotto delle ambizioni di inizio stagione. I tecnici Eusebio Sacristan e Quique Sanchez Flores mostrano due idee di calcio molto differenti e la partita potrebbe compromettersi per i baschi già in apertura con il gol di Leo Baptistao. La Real spinge e gioca bene come al solito ma per rimettere il risultato in parità serve una giocata sensazionale del subentrato Januzaj per il gol di Illarramendi, il quale si farà poi espellere nel finale. La cura Calleja ha trasformato il Villarreal, sempre vincente con l’ex allenatore della squadra B sulla panchina: 4-0 su un Las Palmas che invece ha sempre perso da quando Pako Ayestaran ne ha preso la guida. Show di Bakambu: sei gol nelle tre partite con Calleja. Lo slalom gigante di Beauvue tra i difensori dell’Athletic Bilbao fa volare il Leganés al quinto posto in classifica. La squadra della periferia di Madrid non prende gol da 487′ ed è la miglior striscia stagionale dei maggiori campionati europei: difesa solida, Pacheco super tra i pali e capacità di sfruttare alla grande un infortunio difensivo della formazione basca, che d’altra parte conferma lo scarso momento di forma.

BETIS TROPPO FORTE PER DE BIASI

Sfida salvezza delicatissima tra Deportivo e Girona, con i catalani che riescono ad espugnare La Coruña in una partita scorbutica caratterizzata dalle decisioni arbitrali, tra due rigori assegnati, gol annullati e reti convalidate tra le proteste. Non si fanno male Levante e Getafe, per un pareggio che riflette la solidità di due neopromosse che difficilmente rischieranno la retrocessione quest’anno. Torna a mani vuote dalla trasferta di Siviglia contro il Betis l’Alavés di Gianni De Biasi: è ancora Toni Sanabria il mattatore della squadra di Quique Setién che tanto bene sta facendo in questa Liga.

LEVANTE – GETAFE 1-1 (62′ Morales – 59′ Fajr)
BETIS – ALAVES 2-0 (13′ Sanabria, 75′ aut. Alexis)
VALENCIA – SIVIGLIA 4-0 (43′ e 92′ Guedes, 51′ Zaza, 85′ Santi Mina)
BARCELLONA – MALAGA 2-0 (2′ Deulofeu, 56′ Iniesta)
VILLARREAL – LAS PALMAS 4-0 (48′ Bakambu, 65′ Mario Gaspar, 67′ aut. Ximo Navarro, 93′ Sansone)
CELTA VIGO – ATLETICO MADRID 0-1 (28′ Gameiro)
LEGANES – ATHLETIC BILBAO 1-0 (54′ Beauvue)
REAL MADRID – EIBAR 3-0 (18′ aut. Paulo Oliveira, 28′ Asensio, 82′ Marcelo)
REAL SOCIEDAD – ESPANYOL 1-1 (69′ Illarramendi – 9′ Leo Baptistao)
DEPORTIVO LA CORUNA – GIRONA 1-2 (51′ rig. Lucas Perez – 25′ rig. Aday, 71′ Portu)

Barcellona 25, Valencia 21, Real Madrid 20, Atletico Madrid 19, Leganes 17, Villarreal, Betis, Siviglia 16, Real Sociedad 14, Celta Vigo, Athletic Bilbao, Levante 11, Espanyol 10, Getafe, Girona 9, Deportivo La Coruna 8, Eibar 7, Las Palmas 6, Alaves 3, Malaga 1.

LASCIA UN COMMENTO