Gli spunti della decima di Serie A

Il turno infrasettimanale è passato via senza troppe sorprese. Nella decima giornata di Serie A vittoria larga della Juventus, che sembra aver sistemato almeno l’attacco, e di Inter e Napoli sulle liguri, rispettivamente Sampdoria e Genoa. Vince, di misura, anche la Roma sul Crotone così come la Lazio a Bologna. Poi le quasi sorprese, il pareggio nel recupero del Benevento che aveva fatto sognare i tifosi per il primo storico punto in Serie A, tutto cancellato dal gol neanche un minuto dopo di Pavoletti. Infine tra le quasi sorprese anche la larga vittoria del Milan per 4-1, proprio mentre Bonucci sconta la prima delle due giornate di squalifica.

E veniamo così agli spunti della giornata numero 10 di questo campionato.

L’INTER PUNTA DECISAMENTE IN ALTO

Per prendersi la testa della classifica all’Inter non rimane che giocare gli anticipi. Scherzi a parte, questa Inter macina punti come mai negli ultimi vent’anni. La squadra non brilla, si affida molto ai gol di Icardi, ma il vero top player arrivato quest’anno sembra essere Spalletti. Sicuramente merito suo che ha saputo mettere i giocatori in campo nel modo corretto e sussurrare le giuste parole alle loro orecchie.

BERNARDESCHI HA BISOGNO DEI SUOI SPAZI

Bernardeschi parte da titolare e sblocca il match dell’Allianz Stadium, o Juventus Stadium per i più nostalgici, con un gran gol. Il ragazzo ha tanta qualità e nonostante la squadra, la rosa lunga, i colleghi più famosi, sembra davvero pronto a competere e giocarsi il posto. Il controllo di destro e la botta di sinistro al volo sotto il sette sono proprio un bel biglietto da visita. E chissà se in Nazionale non abbiamo bisogno di un esterno d’attacco come lui.

TORINO IN CADUTA LIBERA

Male il Torino, nelle ultime 5 di campionato collezionano tre sconfitte e due pareggi. Una squadra ridimensionata dopo lo splendido campionato dello scorso anno. A cosa attribuire tutto ciò? Il rilassamento generale della squadra? Un Mihajlovic che ha perso il suo smalto? O semplicemente l’assenza di Belotti che pesa vista l’importanza che stanno avendo i singoli bomber in questo campionato?

LASCIA UN COMMENTO