Europa League, Milan e Atalanta non vanno oltre il pari. Lazio: vittoria e primato

Si conclude la quarta giornata di Europa League: pari del Milan e dell’Atalanta e vittoria della Lazio che all’ultimo respiro porta a casa vittoria e qualificazione.

IL MILAN CONTINUA A NON CONVINCERE

I rossoneri nel primo tempo non riescono a produrre gioco e sono protagonisti di molti errori a centrocampo che risulta molto schiacciato e poco fluido. L’AEK Atene si difende in modo ordinato e spesso è pericoloso in contropiede. I primi 30 minuti sono molto scialbi, con ritmi bassi e  nessuna occasione da gol. Nel secondo tempo i ritmi si alzano ed entrambe le squadre sfiorano la rete: prima i greci sugli sviluppi di un calcio d’angolo e qualche minuto dopo i rossoneri con Montolivo che colpisce il palo. Il Milan non riesce a produrre gioco, anzi più di una volta va in affanno, con i padroni di casa vicini al gol. La partita si chiude sullo 0-0 con la squadra di Montella che continua a non convincere anche in Europa. Nelle ultime due partite i numeri parlano chiaro: mai andati in gol e soli 2 punti contro, con tutto il rispetto, un modesto AEK Atene.

ATALANTA AD UN PASSO DALLA QUALIFICAZIONE

Nel primo tempo l’Apollon Limasol parte bene, con un ottimo giro palla e pressing alto. A metà tempo l’Atalanta va vicino al gol con Masiello, che sfrutta un assist di Petagna. Grande intensità in campo da parte dei ciprioti che cercano di contrastare la squadra di Gasperini. Al 34esimo l’Atalanta trova il vantaggio su rigore, procurato e finalizzato da Josip Iličič. Il secondo tempo inizia con la squadra di Gasperini ancora in attacco e vicina al raddoppio con Petagna che però colpisce il palo. L’Apollon Limassol alza il pressing e cerca il gol del pareggio. Nel finale Orsolini ha la grande possibilità di chiudere il discorso qualificazione ma al 94esimo arriva la doccia fredda per l’Atalanta: pareggio dei padroni di casa e qualificazione ai sedicesimi rimandata. Adesso il passaggio del turno andrà giocato in trasferta contro l’Everton.

LA LAZIO VINCE SEMPRE

L’ultima gara serale vede scendere in campo la Lazio di Simone Inzaghi contro il Nizza di Lucien Favre. Succede ben poco nel primo tempo: biancocelesti in pieno controllo del gioco ma  che non riescono a rendersi pericolosi. Ottima la spinta di Lukaku sulla fascia sinistra e solida prestazione in difesa di Luiz Felipe. Il Nizza si affida alla qualità di Wesley Sneijder ma senza creare pericoli alla difesa laziale. L’unica occasione da gol della Lazio arriva con Marusic, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con un tiro di prima, sfiora il vantaggio. Primo tempo che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto. Nella ripresa la musica cambia: i francesi si rendono più di una volta pericolosi. Nel finale di partita, quando il match sembrava finito, la Lazio trova il gol del vantaggio con una sfortunata deviazione di Le Marchand dopo la spizzata di Parolo. I biancocelesti chiudono la serata europea al meglio: conquistati i sedicesimi di finale come prima del girone.

LASCIA UN COMMENTO