Europa League: vince solo l’Atalanta, affondano Lazio e Milan

Si è chiusa questa sera la fase a gironi della 47ª edizione (la 9ª con la formula attuale) della UEFA Europa League. Le italiane in gara, già certe della qualificazione, non sono riuscite a tornare a casa col bottino pieno: solo l’Atalanta infatti ha agguantato i 3 punti in casa contro il Lione mentre Lazio e Milan si sono lasciate battere da Zulte Waregem e Rijeka.

L’ATALANTA SCRIVE LA STORIA: 1-0 AL LIONE E PRIMO POSTO NEL GIRONE

Partiamo con la gara di Reggio Emilia dove l’Atalanta sfidava il Lione per cercare di ottenere il primo posto del girone E. La gara inizia subito con un’ottima occasione per il solito Cristante che di testa fallisce l’1-0. Poco male però per i ragazzi di Gasperini che trovano infatti il vantaggio al 10′, grazie ad Andrea Petagna con una deviazione in rete sul tiro sporco di Hateboer. La gara prosegue senza troppi problemi per la Dea che gestisce il vantaggio amministrando il possesso palla. Risultato a dir poco sorprendente nel girone E: gli orobici, outsider assoluti, ribaltano ogni aspettativa e chiudono come testa di serie volando ai sedicesimi di finale.

LA CURA GATTUSO NON FUNZIONA: IL MILAN CROLLA CONTRO L’UMILE RIJEKA

Il Milan, già sicuro del primo posto nel proprio girone, è sceso in campo in casa del Rijeka per quest’ultima gara della fase a gironi. Il match si mette male già dal primo tempo per i rossoneri del neo allenatore Gattuso che passano in svantaggio dopo soli 7 minuti grazie alla punizione di Puljic. La risposta di André Silva e compagni non è sicuramente delle migliori e allora la squadra di casa ne approfitta per trovare il raddoppio in avvio di secondo tempo con Gravanovic che anticipa Paletta e mette alle spalle di Storari. Nonostante il doppio svantaggio, la reazione milanista continua a non essere incisiva e così la gara si conclude sul 2-0: ancora una delusione per Gennaro Gattuso.

SCONFITTA INDOLORE PER LA LAZIO: 3-2 IN CASA DELLO ZULTE WAREGEM

Gara rocambolesca quella delle 21 tra Zulte Waregem e Lazio: i biancocelesti, come ricordato già certi del primo posto, subiscono il gol del vantaggio belga dopo soli 6 minuti grazie al colpo di testa di De Pauw. Dopo una serie di occasioni da entrambe le parti, è ancora lo Zulte Waregem a trovare la via della rete con Heylen al 60′ ancora su colpo di testa sugli sviluppi di un corner. A questo punto però sale in cattedra la Lazio di Simone Inzaghi che dopo sette minuti accorcia le distanza con Caicedo (secondo gol consecutivo per l’ecuadoriano) e poi con un geniale colpo di tacco di Lucas Leiva agguanta il pareggio. La delusione purtroppo arriva a pochi minuti dalla fine perché è ancora lo Zulte a passare in vantaggio, stavolta definitivamente, con Iseka che realizza un gol da cineteca di sinistro.

LASCIA UN COMMENTO