Juventus: Asamoah rinnova, Lichtsteiner ai saluti

La Juventus di Massimiliano Allegri, dopo il pari a reti bianche contro l’Inter, dista due punti dalla testa della classifica. Dopo aver ottenuto il passaggio del turno anche nel girone di Champions League e conosciuto il rivale negli ottavi (Tottenham Hotspur), i bianconeri possono tuffarsi sul calciomercato con più tranquillità.

In attesa di conoscere e pianificare le strategie per il mercato invernale che inizierà nel mese di gennaio, Giuseppe Marotta e Fabio Paratici valutano diversi calciatori attualmente presenti nella rosa dei campioni d’Italia. Nei prossimi giorni, infatti, due situazioni potrebbe definitivamente sbloccarsi.

JUVE: ASAMOAH VERSO IL RINNOVO, CESSIONE VICINA PER LICHTSTEINER

Il calciomercato di riparazione è ormai alle porte ed il nuovo anno potrebbe regalare alla Juventus due importanti novità: secondo quanto riportato da Tuttosport, la società piemontese starebbe lavorando al rinnovo contrattuale di Kwadwo Asamoah e alla cessione definitiva di Stephan Lichtsteiner. I contatti con l’entourage del calciatore ghanese (8 presenze in questa Serie A) continuano e filtra grande ottimismo sul prolungamento contrattuale che, attualmente, è in scadenza a giugno prossimo. I bianconeri vogliono affrettare i tempi perché sul jolly africano hanno messo gli occhi numerosi club italiani e stranieri.

Capitolo Lichtsteiner: lo svizzero, arrivato anni fa dalla Lazio, non è stato inserito nella lista europea della Juventus e lo strappo con la società bianconera, ormai, sembra insanabile. Il laterale elvetico classe ’84 (13 presenze in campionato) vedrà scadere il proprio contratto con i piemontesi a fine stagione e le possibilità di continuare il matrimonio sportivo con la società di Agnelli sono vicinissime allo zero. Sul calciatore trentatreenne si sarebbe fiondato il Marsiglia di Rudi Garcia e qualche club di Bundesliga. Da non sottovalutare, però, la permanenza di Lichtsteiner nella massima serie italiana: numerose compagini, infatti, potrebbero rinforzare la propria linea difensiva con l’esperienza dello svizzero.

LASCIA UN COMMENTO