Serie B: il racconto della ventottesima giornata

La Serie B torna ad infestare le pagine di Ok Calciomercato con le sue palpitanti emozioni. Il campionato cadetto è pronto a turbare i sogni di tantissimi tifosi di calcio italiani. Speranze promozione, bagarre play-off, forche caudine rappresentate dai play-out e l’inferno della retrocessione in Serie C: benvenuti al racconto della ventottesima giornata.

Il freddo congela mezza Serie B: annullate quattro gare (BariSpezia, CesenaPro Vercelli, PerugiaBrescia e PescaraCarpi) e giocate a temperature glaciali le altre. In vetta, sorride solo il Palermo che regola 4-1 l’Ascoli ed approfitta del passo falso della capolista Empoli e del Frosinone, ancora secondo. Bene Cittadella, Venezia e Parma in chiave play-off, vittoria fondamentale del Foggia sul campo del Novara. Ultimissima la Ternana.

SALERNITANA-PARMA 0-1 (33′ DEZI)

Non esce dalla crisi la Salernitana di Colantuono che all’Arechi perde di misura contro il Parma di D’Aversa che rilancia ambizione play-off. I campani giocano una buona partita e risultano pericolosi sin dalle prime battute di gioco: al 10′ Casasola tira alto da buona posizione, mentre al 17′ un tiro di punizione dal limite di Pucino mette i brividi agli avversari. La prima sortita avversaria, però, sblocca il match: al 33′ Calaiò mette in mezzo un pallone sul quale si catapulta Dezi che, da pochi passi, sigla il vantaggio ospite. La squadra di casa si disunisce e non riesce a creare più situazioni interessanti per tutto il primo tempo. Da registrare, un parapiglia fra giocatori con l’arbitro chiamato in causa per dividere i contendenti. Nel secondo tempo non cambia la trama dell’incontro: la Salernitana cerca di allungarsi in cerca del pari senza trovare sbocchi convincenti e si espone ai contropiedi rapidi del Parma che, però, non riesce a pungere ulteriormente. È ancora Dezi nel finale a fallire due palle goal per arrotondare il risultato; lo imita Scavone che trova l’attenta parata di Radunovic. Quarto KO nelle ultime sei per i granata che restano a quota 31 mentre i crociati salgono a 41 punti in classifica.

jacopo-dezi-ok-calciomercato

PALERMO-ASCOLI 4-1 (46′, 55′ RISPOLI, 48′ CORONADO, 83′ NESTOROVSKI; 42′ BIANCHI)

Inferno e Paradiso per il Palermo di Tedino che, nella cornice del Barbera, subisce lo svantaggio iniziale contro l’Ascoli di Cosmi. La ripresa dei siciliani, cancella gli errori del primo tempo consegnando ai rosanero un’importante affermazione casalinga. Partono forte i padroni di casa che dopo cinque minuti sfiorano il vantaggio con Jajalo, tiro fuori di pochissimo. Risponde l’Ascoli al 14′ con Marilungo, pescato da Martinho, che al volo spedisce il pallone vicinissimo al palo degli isolani. I rosanero fanno gioco ma la banda di Cosmi chiude ogni varco. Al 24’ su un traversone di Jajalo, Nestorovski salta più in alto di tutti costringendo Lanni a un mezzo miracolo. Attaccano i padroni di casa ma la rete del vantaggio arriva per gli ospiti: al 42′ Mogos si invola sulla destra, mette in mezzo per Clemenza, dimenticato da Rispoli, il cui tiro sbatte sui piedi di Bianchi che, nonostante la presenza di Rajkovic sulla linea, mette in porta la rete del vantaggio. Sembra una partita stregata per il Palermo ma la ripresa rompe il malocchio dei padroni di casa: dopo un solo minuto di gioco, infatti, Rispoli corregge in rete il tiro di Dawidowicz e regala il pari ai suoi. Passano soltanto due miseri minuti ed i siciliani passano in vantaggio: Coronado semina il panico in area con una serie di dribbling e con conclude con un diagonale a giro sull’angolo più lontano. l’Ascoli evapora ed i padroni di casa dilagano; al 55′ è ancora Rispoli che, in girata, batte Lanni. Chiude definitivamente i conti Nestorovski con una grande punizione al 83′. Palermo a quota 47, Ascoli fermo a 26.

ilia-nestorovski-ok-calciomercato

VIRTUS ENTELLA-CITTADELLA 0-1 (42′ ARRIGHINI)

Colpo esterno del Cittadella di Venturato che batte di misura la Virtus Entella di Aglietti. Partono forte gli ospiti con il fendente di Schenetti, sfera fuori di poco dopo sei minuti. Avvio feroce, resto del primo tempo soporifero e senza grandi sussulti. Al 42′, però, il risultato cambia di colpo: sugli sviluppi di un calcio piazzato battuto dalla trequarti, Strizzolo mantiene in acrobazia il possesso della sfera e serve all’indietro il compagno d’attacco Arrighini che non lascia scampo a Iacobucci con un destro potente e preciso. La ripresa si apre con il salvataggio del portiere dei biancazzurri sul solito Schenetti. Si desta dal sonno invernale l’Entella con il nuovo entrato De Luca che serve La Mantia, il tiro dell’attaccante di Aglietti è facile preda dell’estremo difensore avversario. Al 64′ i padroni di casa pagano dazio alla sfortuna: nel giro di due minuti, infatti, Gatto e Di Paola colgono due legni clamorosi che strozzano l’esultanza del pubblico ligure. Sempre Di Paola, poco dopo, ci prova dalla distanza ma la sfera sorvola la traversa spegnendosi sull’esterno. Non succede più nulla: il Cittadella vola a quota 45 mentre la Virtus rimane nei bassifondi con 29 lunghezze.

andrea-arrighini-ok-calciomercato

CREMONESE-FROSINONE 2-2 (20′ SCAPPINI, 32′ PICCOLO; 66′ CIOFANI, 74′ CIANO)

Nella ghiacciaia dello Zini, la Cremonese di Tesser ed il Frosinone di Longo si dividono la posta in palio portando a casa un punticino a testa. Il gelo la fa da padrone per tutta la prima parte di gara. La prima occasione, al 20′, determina il cambio di risultato: Castrovilli si procura un calcio di rigore che Scappini realizza. Al 32’ è Piccolo ad impegnare Vigorito con un bel tiro al volo dal limite che costringe il portiere gialloblù a deviare in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina Arini viene atterrato da Chibsah. Di nuovo calcio di rigore trasformato questa volta da Piccolo nel 2-0. L’unico guizzo dei “Leoni” si registra al 37′ con una mischia furibonda all’interno dell’area di rigore grigiorossa. Nella ripresa, i gialloblu partono forte siglando il 2-1 al 66′ con la mezza rovesciata di Ciofani che soprende Ujkani.  Passano solo nove minuti e Claiton in scivolata, nel tentativo di spazzare l’area, tocca di mano il pallone. Rigore trasformato da Ciano: 2-2. A nulla serve la reazione finale dei padroni di casa. Laziali a quota 50, lombardi a 39 punti.

daniel-ciofani-frosinone-ok-calciomercato

NOVARA-FOGGIA 0-1 (12′ DUHAMEL)

Colpo esterno del Foggia che si aggiudica lo scontro salvezza contro il Novara di Di Carlo. Stroppa può sorridere: la vittoria proietta i rossoneri lontano dalla zone calde della Serie B. Partita noiosa e senza mordente, soprattutto per demeriti dei piemontesi che, nonostante la superiorità numerica acquisita al 27′ del primo tempo per espulsione di Greco, non sono riusciti a creare praticamente nulla per tutto il match: imprecisioni, passaggi errati e poca grinta. Di contro, il Foggia si è rintanato nella sua metà campo tentando di pungere in contropiede appena era possibile. Il goal che sancisce la quarta vittoria consecutiva in trasferta dei “Satanelli” si palese al 12′: tiro dal limite di Kragl deviato da Duhamel, Chiosa liscia l’intervento con la sfera ed inganna ulteriormente Montipò che issa bandiera bianca. La ripresa è un coacervo di tentativi appena abbozzati degli azzurri che non impensieriranno la retroguardia pugliese. Il Foggia sale a quota 37 mentre il Novara resta a 31 punti.

fabio-mazzeo-foggia-ok-calciomercato

VENEZIA-TERNANA 2-0 (34′ DOMIZZI, 80′ STULAC)

Quarta vittoria consecutiva al Penzo per il Venezia di Inzaghi. A farne le spese, stavolta, è la sempre più ultima Ternana di De Canio. Per tutto il primo tempo, i lagunari sbattono contro l’accorta difesa ospite che rimbalza ogni sortita offensiva dei rivali. La gara può sbloccarsi solo da calcio piazzato e così accade: al 35′ il più lesto a deviare in rete, di testa, è Domizzi che regala il meritato vantaggio alla compagine veneta. I “Leoni Alati” potrebbero chiudere il match ad inizio ripresa quando Valjent (espulso) stende Zigoni in area su cross di Pinato. È lo stesso attaccante che si presenta davanti Sala, tiro debole e parata dell’estremo difensore umbro. Il Venezia continua a premere mentre le “Fere” provano a non tornare in Umbria con la classica delle imbarcate. Al 80′ gli arancioneri chiudono la contesa: passaggio per Frey che tocca all’indietro per Stulac, destro nell’angolo basso e 2-0 confezionato. Nelle battute finali è Montalto a divorarsi il goal del 2-1 davanti ad Audero. Il Venezia sale a quota 43 mentre la Ternana resta ultimissima a 22 punti.

leo-stulac-ok-calciomercato

EMPOLI-AVELLINO 1-1 (39′ ZAJC; 95′ D’ANGELO)

Raggiunto nelle ultime battute di gara dall’Avellino di Novellino ma sempre primo in Serie B. L’Empoli di Andreazzoli conferma il suo momento magico giocando bene e maledicendo la sfortuna. La squadra toscana gioca bene, segna praticamente sempre grazie alle bocche da fuoco nel reparto offensivo. La prima frazione di gara è un po’ acerba con entrambe le compagini bloccate più dal freddo che dalla paura. Poche azioni ma i padroni di casa pervengono comunque al vantaggio con Zajc: al 39′ Di Lorenzo mette al centro per l’accorrente numero sei che batte Lezzerini sul primo palo portando avanti i suoi. Nella ripresa, occasione d’oro per Caputo che al 50′ spedisce in orbita un invitante pallone. Gli empolesi reclamano due calci di rigore (entrambe su Krunic) mentre l’Avellino protesta con l’arbitro per altre decisioni dubbie. Gli irpini sono sottotono, senza idee di gioco. Enormi difficoltà nel ripartire, nel creare spazi giusti per gli attaccanti campani. La gara è a senso unico ma i verdi arrivano al pareggio al 95′: la mischia furibonda viene risolta da capitan D’Angelo che regala l’insperato punto del pari ai suoi. L’Empoli sale a quota 51 mentre l’Avellino arriva a 34 punti.

miha-zajc-ok-calciomercato

LA CLASSIFICA:
1 Empoli 51 28 14 9 5 60 36
2 Frosinone 50 28 13 11 4 51 34
3 Palermo 47 28 12 11 5 37 25
4 Cittadella 45 28 13 6 9 42 33
5 Bari 44 27 13 5 9 39 35
6 Venezia 43 28 10 13 5 35 26
7 Parma 41 28 11 8 9 34 26
8 Spezia 39 27 10 9 8 29 24
9 Cremonese 39 28 8 15 5 35 28
10 Perugia 37 27 10 7 10 45 41
11 Carpi 37 27 9 10 8 23 30
12 Foggia 37 28 10 7 11 44 47
13 Pescara 36 27 9 9 9 35 42
14 Avellino 34 28 8 10 10 38 42
15 Brescia 33 27 8 9 10 28 31
16 Novara 31 28 8 7 13 31 35
17 Salern. 31 28 6 13 9 35 43
18 Virtus Entella 29 28 6 11 11 30 38
19 Cesena 28 27 6 10 11 39 49
20 Pro Vercelli 27 27 6 9 12 31 43
21 Ascoli 26 28 6 8 14 26 45
22 Ternana 22 28 3 13 12 40 54

 

LASCIA UN COMMENTO