Sparta Praga, ufficiale: esonerato Stramaccioni

Andrea Stramaccioni rompe con lo Sparta Praga. L’esonero dell’allenatore italiano, dopo una serie di voci susseguitesi nella giornata di ieri, è diventato ufficiale in mattinata. Si conclude quindi la terza esperienza post-Inter del tecnico romano. Dopo Udinese e Panathinaikos, arriva il congedo con il team ceco.

I MOTIVI DELL’ESONERO

Il nodo è la convivenza con Zdenek Scasny, allenatore dello Sparta fino a 17 mesi fa, nominato direttore sportivo a inizio gennaio. Il rapporto, mai positivo, è peggiorato nel weekend. All’intervallo della partita poi pareggiata con il Brno, il ds sarebbe intervenuto per dare consigli in ceco ai giocatori, decisione che Stramaccioni non ha ovviamente accettato. Da qui una lite violenta a fine partita. Scasny, come primo provvedimento da dirigente ha messo fuori rosa Biabiany, uno degli uomini chiave di Strama.

 “Ringrazio gli sforzi del Presidente – ha commentato il tecnico – ma dopo gli ultimi eventi era impossibile continuare così“.

LASCIA UN COMMENTO