Serie B: il racconto della trentunesima giornata

La Serie B torna ad infestare le pagine di Ok Calciomercato con le sue palpitanti emozioni. Il campionato cadetto è pronto a turbare i sogni di tantissimi tifosi di calcio italiani. Speranze promozione, bagarre play-off, forche caudine rappresentate dai play-out e l’inferno della retrocessione in Serie C: benvenuti al racconto della ventinovesima giornata.

Fugge l’Empoli di Andreazzoli che il Venezia in un match emozionante e sale a +3 (con una gara in meno) sul Frosinone che impatta a reti bianche contro una quadrata Salernitana. Frena anche il Palermo che viene raggiunto al fotofinish dal Novara. Vittorie fondamentali per Foggia, Virtus Entella e Perugia. L’Ascoli vince la sfida salvezza contro la Ternana e condanna gli umbri ad una salvezza complicatissima.

FOGGIA-CESENA 2-1 (47′ AGNELLI, 95′ MAZZEO; 43′ LARIBI)

Il Foggia di Stroppa batte all’ultimo respiro il Cesena di Castori fra le mura amiche dello Zaccheria e manda in visibilio il tifo amico. Partono forte i “Satanelli” che al 16′ sfiorano il vantaggio: Deli serve Duhamel, il tiro del rossonero supera Fulignati ma la sfera s’infrange sull’attenta difesa della retroguardia ospite poco prima di varcare la linea di porta. Il match un po’ si addormenta ma alla prima, vera occasione da goal sono gli ospiti a passare in vantaggio: Dalmonte trova in area solo Laribi che ha il tempo di piazzarla dove Guarna non può arrivare. Il fantasista realizza il gol dell’ex allo Zaccheria e non esulta in segno di rispetto dei suoi vecchi tifosi. Nella ripresa, i tifosi pugliesi caricano i propri beniamini che, in apertura di secondo tempo, trovano il pareggio con Agnelli che gira di testa un bel cross di Kragl indirizzando la sfera sotto la traversa. Il punto del pari scuote il Foggia che tenta di pervenire al sorpasso ma Mazzeo non supera l’estremo difensore bianconero; i romagnoli sfruttano gli spazi lasciati dai rossoneri affidandosi ad astute ripartenze ma Guarna, questa volta, vince il duello con il solito Laribi. Al 95′, però, i tre punti prendono la via di Foggia: un pallone vagante in area diventa perfetto per Mazzeo bravo a beffare Fulignati in uscita e depositare con la porta sguarnita in rete il pallone del 2-1 finale. I pugliesi salgono a quota 40 punti ed inguaiano il Cesena, fermo a 33.

fabio-mazzeo-foggia-ok-calciomercato

ASCOLI-TERNANA 2-1 (20′ PADELLA, 85′ MONACHELLO; 48′ GASPARETTO)

L’Ascoli di Cosmi si regala la speranza di un futuro migliore affossando la Ternana guidata da De Canio al De Duca negli ultimi minuti di match. Partono forte i padroni di casa con Padella che si vede annullare una siglatura nei primissimi minuti di gara; gli ospiti rispondono al 7′ con il tentativo di Montalto che spreca clamorosamente da buonissima posizione. L’incontro, nonostante la posta in palio, è vibrante e giocato a viso aperto da entrambe le compagini. Al 20′ la prima svolta del sfida salvezza: sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Addae tocca il pallone di testa e Padella firma il primo gol stagionale. Le “Fere” reagiscono positivamente allo svantaggio pervenendo al pareggio nei primi attimi del secondo tempo grazie a Gasparetto che, in mischia, è il più lesto di tutti a depositare la sfera nella porta difesa da Lanni. Nonostante l’inferiorità numerica patita dai padroni di casa (Mignanelli espulso al 74′), l’Ascoli trova i tre punti al 85′ grazie al rigore trasformato da Monachello che fissa il finale sul 2-1 per i marchigiani. I bianconeri salgono a quota 29 mentre i rossoverdi restano a 26 punti. Ultimissimi in graduatoria.

gaetano-monachello-ok-calciomercato

CITTADELLA-BARI 0-0

Il Cittadella di Venturato impatta con il Bari di Grosso al Tombolato ed inanella il sesto risultato utile consecutivo. Di contro, i pugliesi raccolgono il terzo pareggio consecutivo in campionato mantenendo un trend piuttosto positivo. a prima occasione del match è sul piede di Cissè che spara da fuori ma non piega le mani di Alfonso. Micai provvidenziale intorno alla mezzora quando annulla prima il tentativo di Iori e poi quello di Vido che però era in fuorigioco. Micai ancora protagonista nella ripresa quando al 79′ dice no a Pelagatti mentre pochi secondi dopo è Arrighini a sprecare un’occasione d’oro per il vantaggio dei suoi. Vincono le rispettive difese in terra veneta: i granata salgono a quota 50 mentre i biancorossi toccano 47 punti in classifica.

novara-bari

FROSINONE-SALERNITANA 0-0

Il Frosinone di Longo frena ancora. I ciociari fra le mura amiche dello Stirpe non riescono ad aver ragione dell’attenta Salernitana di Colantuono e colgono il quinto punto nelle ultime cinque gare di campionato certificando un momento di appannamento evidente. Al 7′ pericolosissima la Salernitana con un’azione travolgente di Sprocati che salta Paganini, entra in area e prova a superare Vigorito con un pallonetto ma la traiettoria tramonta sopra la traversa. Al 17′ Dionisi devia la sfera in rete con la mano, il direttore di gara è vigile ed ammonisce l’attaccante gialloblu. Nella ripresa è sempre l’attaccante ex Livorno a rendersi pericolo dopo sei minuti: il tentativo della seconda punta laziale viene disinnescato dall’ottimo intervento di Radunovic. A metà ripresa Ciofani, liberato da un tocco geniale di Citro, si divora un’occasione clamorosa facendosi schermare da Radunovic. L’attacco del Frosinone non punge facilitando la compatta difesa campana che tiene il campo in modo egregio fino al triplice fischio finale del match: i ciociari salgono a quota 54 mentre i granata toccano quota 38.

venezia-frosinone-ok-calciomercato

VIRTUS ENTELLA-PARMA 2-0 (45′, 89′ LA MANTIA)

Il Comunale può tornare a festeggiare: la Virtus Entella di Aglietti batte il Parma di D’Aversa grazie alla doppietta di La Mantia, sempre più bomber dei liguri. I padroni di casa, così, colgono la prima vittoria casalinga del 2018 dopo aver incassato tre pareggi ed una sconfitta. I crociati non giocano un match importante mentre l’Entella dimostra di volere i tre punti più degli avversari; il mattatore di giornata è l’attaccante di Aglietti che negli ultimi minuti dei due tempi regala la vittoria ai biancazzurri: al 45′ lancio di Aliji, De Luca in acrobazia rimette in mezzo il pallone dalla linea di fondo e la punta autografa il suo decimo gol stagionale. Nel secondo tempo arriva molle la reazione degli emiliani che al 89′ subiscono il secondo goal di La Mantia su assist al bacio di Aramu. La Virtus Entella sale a quota 32 e respira un pochino mentre il Parma ferma la sua corsa play-off restando al palo dei 44 punti.

andrea-la-mantia-ok-calciomercato

BRESCIA-CREMONESE 1-1 (79′ GASTALDELLO; 19′ PICCOLO)

Pareggio al Rigamonti tra il Brescia di Boscaglia e la Cremonese di Tesser nel derby lombardo della trentunesima giornata della serie cadetta. Per i grigiorossi si conferma il momento delicato: sono nove, infatti, le gare senza vittoria per la neopromossa che tanto bene aveva fatto nella prima fase del torneo. Alla prima occasione da rete, la Cremonese passa in vantaggio: al 19′ Castrovilli crossa dal fondo, la sfera viene calamitata da Piccolo che gonfia la rete con il sinistro al volo. La gara sembra incanalarsi verso il ritorno alla vittoria degli ospiti ma ad undici minuti dal traguardo, è Gastaldello a regalare il punto del pari ai padroni di casa risolvendo in mischia con una stoccata che fulmina Ujkani. Espluso, nel finale, Pesce. La Cremonese non vince il derby lombardo ma sale a quota 41 mentre le “Rondinelle” incamerano il trentaquattresimo punto del campionato.

antonio-piccolo-ok-calciomercato

EMPOLI-VENEZIA 3-2 (5′ LUPERTO, 60′ RODRIGUEZ, 73′ DONNARUMMA; 48′ FALZERANO, 66′ LITTERI)

L’Empoli di Andreazzoli non si ferma più. I toscani vengono raggiunti due volte dal caparbio Venezia di Inzaghi ma giungono comunque alla vittoria incremento un’incredibile striscia positiva che recita diciassettesimo risultato utile consecutivo. Il match nasce sotto il segno positivo per gli azzurri: al 5′ Luperto ha il tempo d’avanzare indisturbato, prendere la mira e scagliare dai venticinque metri verso la porta di Audero che, suo malgrado, deve arrendersi alla sassata inaudita dell’avversario. Dopo aver rischiato di incassare il 2-0 sul finire del primo tempo, a inizio ripresa la squadra di Inzaghi trova il pareggio con un’azione meravigliosa di Falzerano che dialoga con Geijo e poi supera con un pallonetto delizioso Gabriel. L’Empoli non ci sta e mette immediatamente la freccia trovando la rete del nuovo vantaggio poco dopo con Rodriguez: quando scocca l’ora di gioco, infatti, il calciatore dei toscani sfrutta l’ottimo assist di Bennacer e fredda il portiere ospite. Finito qui? Assolutamente no. Passano soltanto sei minuti e sugli sviluppi di calcio d’angolo i lagunari trovano il pari con Litteri che corregge beffardamente una sponda aerea di Modolo. La girandola dei gol continua al 73′ con il destro dal limite di Donnarumma che raggiunge quota diciassette reti in campionato. Stavolta il vantaggio è definitivo: l’Empoli è sempre più capolista dall’alto dei suoi 57 punti mentre il buon Venezia di Inzaghi resta a quota 46 in zona play-off.

alfredo-donnarumma-ok-calciomercato

NOVARA-PALERMO 2-2 (8′ PUSCAS, 89′ SCIAUDONE; 48′ RISPOLI, 56′ LA GUMINA)

Pirotecnico pari al Piola tra i padroni di casa del Novara guidati da Di Carlo e il Palermo di Tedino. I rosanero non riescono nell’intento di sbloccarsi lontano dalla Sicilia cogliendo la sesta gara senza successo in trasferta. L’incontro si sblocca dopo appena otto minuti: Moscati crossa da destra, Di Mariano fa la sponda di testa e Puscas timbra sul palo opposto. Sette reti in otto partite per l’ex attaccante del Benevento. Non succede molto altro nel primo tempo ma la ripresa ci consegna l’inatteso ribaltone dei siciliani: al 48′ è Rispoli che sigla sua sesta rete del torneo pareggiando il match mentre al 56′ La Gumina è lesto a firmare il vantaggio in tap-in dopo che la sfera aveva centrato il legno sul tentativo velenoso di Coronado. Il Novara rimane in dieci al 89′ per l’espulsione di Golubovic ma Sciaudone, entrato al 80′ al posto di Ronaldo, trova il gol del pareggio di testa in pieno tempo di recupero. Non succede più nulla: il Palermo, beffato all’ultimo, prende un punticino salendo a quota 51 mentre il Novara arriva a 35 punti.

francesco-di-mariano-ok-calciomercato

PERUGIA-SPEZIA 3-0 (36′, 41′ CERRI, 88′ BIANCO)

Il Perugia di Breda fa polpetta dello Spezia di Gallo (quinta vittoria consecutiva per gli umbri) al Curi e continua la sua cavalcata verso i play-off di fine stagione. I liguri, di contro, interrompono la scalata verso la zona importante della graduatoria con la sconfitta rimediata nel capoluogo umbro. Partita poco emozionante fino alla mezzora del primo tempo, scuote il pubblico casalingo Bandinelli che coglie il palo poco lo scoccare dei trenta minuti di match. È il preludio all’assolo targato Cerri: l’ex attaccante della Spal al 36′ sfrutta l’ottimo assist di tacco confezionato da Di Carmine e porta avanti il “Grifone” e al 41′ si ripete siglando il 2-0 e l’undicesima rete del torneo. Nel secondo tempo, i bianconeri provano ad imbastire qualche palla goal ma la retroguardia dei padroni di casa è attenta e respinge al mittente le sortite offensive degli ospiti. Al 88′ i biancorossi calano il tris con Bianco che piega le mani di Di Gennaro e fissa il risultato finale sul 3-0. Il Perugia continua la sua rincorsa salendo a quota 46 mentre lo Spezia resta fermo al palo dei 41 punti.

alberto-cerri-ok-calciomercato

AVELLINO-PESCARA 2-2 (59′ CASTALDO, 86′ DI TACCHIO; 13′ BRUGMAN, 73′ MANCUSO)

Pareggio al Partenio che non fa felice nessuna delle due opponenti. L’Avellino di Novellino raggiunge nelle battute finali di match il Pescara di Epifani cogliendo un punticino fra le mura amiche dell’impianto campano. È il Pescara a prendere il comando delle operazioni. Dopo il palo colpito di testa da Mancuso (8′), passa in vantaggio con Brugman (13′) che praticamente a porta vuota realizza con Lezzerini fuori dai pali dopo una uscita alla disperata su Mancuso. Nella ripresa, Novellino ridisegna gli irpini inserendo Castaldo. Il cambio sortisce subito l’effetto sperato: al 59′ è proprio il bomber dei verdi a pareggiare sugli sviluppi di calcio di rigore (fallo di mano di Perrotta) spiazzando Fiorillo. I padroni di casa tentano di cavalcare l’onda positiva del pareggio ma vengono puniti da Mancuso al 73′ ritrovandosi nuovamente sotto nel punteggio. Sembra fatta, poi l’Avellino trova il destro fulminante di Di Tacchio al 86′ che non lascia scampo a Fiorillo. Non succede più nulla: Avellino a 35 mentre il Pescara sale a quota 37.

luigi-castaldo-ok-calciomercato

CARPI-PRO VERCELLI 2-0 (33′, 65′ MELCHIORRI)

Vince il Carpi di Calabro al Cabassi contro la Pro Vercelli guidata da Grassadonia nel monday-night della 31^ giornata del campionato cadetto. Partono forte i padroni di casa che monopolizzano le occasioni da rete: Tra 25′ e 28′ Pigliacelli si oppone dapprima a Verna, poi a Melchiorri. Il goal è nell’aria e si palesa poco dopo grazie al buco clamoroso di Kanoute che spalanca la via della rete a Melchiorri, la punta incrocia perfettamente e batte l’estremo difensore avversario regalando il vantaggio ai suoi. Nella ripresa, i piemontesi tentano di pervenire al pareggio ma Castiglia, dopo una buona azione manovrata, calcia sopra la traversa vanificando tutto. Al 54′ ci prova Raicevic con una deviazione volante su invito di Mammarella ma la sfera non prende la via della porta. Al 65′ si palesa il raddoppio dei locali ancora con Melchiorri che sigla la sua doppietta personale. L’ultimo a provarci è Castiglia, con una bella botta da fuori che sfiora l’incrocio. Il Carpi sale a quota 44 mentre la Pro Vercelli resta invischiata nei bassifondi della classifica con 29 punti.

federico-melchiorri-ok-calciomercato

LA CLASSIFICA:
POS SQUADRA PUNTI G V N P GF GS
1 Empoli 57 30 16 9 5 65 39
2 Frosinone 54 31 14 12 5 52 35
3 Palermo 51 30 13 12 5 40 27
4 Cittadella 50 31 14 8 9 45 34
5 Bari 47 30 13 8 9 42 38
6 Perugia 46 30 13 7 10 52 41
7 Venezia 46 30 11 13 6 38 29
8 Parma 44 30 12 8 10 38 29
9 Carpi 44 30 11 11 8 26 30
10 Cremonese 41 31 8 17 6 38 32
11 Spezia 41 31 10 11 10 32 31
12 Foggia 40 30 11 7 12 46 50
13 Salern. 38 31 8 14 9 40 44
14 Pescara 37 31 9 10 12 38 51
15 Avellino 35 30 8 11 11 40 46
16 Novara 35 31 9 8 14 35 39
17 Brescia 34 30 8 10 12 30 36
18 Cesena 33 31 7 12 12 44 54
19 Virtus Entella 32 30 7 11 12 33 40
20 Pro Vercelli 29 30 6 11 13 35 49
21 Ascoli 29 31 7 8 16 29 50
22 Ternana 26 31 4 14 13 44 58

 

LASCIA UN COMMENTO