Serie B: il racconto della trentaduesima giornata

La Serie B torna ad infestare le pagine di Ok Calciomercato con le sue palpitanti emozioni. Il campionato cadetto è pronto a turbare i sogni di tantissimi tifosi di calcio italiani. Speranze promozione, bagarre play-off, forche caudine rappresentate dai play-out e l’inferno della retrocessione in Serie C: benvenuti al racconto della trentaduesima giornata.

Continua la marcia senza soste dell’Empoli che batte il Pescara all’Adriatico mettendo nei guai la compagine abruzzese. Frena, ancora, il Frosinone che vede avvicinarsi minacciosamente il duo composto da Palermo e Bari. Al Venezia il derby veneto contro il Cittadella. In chiave salvezza vittorie fondamentali per Virtus Entella e Salernitana. Sempre ultima e senza speranza la Ternana di De Canio.

SPEZIA-ASCOLI 1-1 (70′ MARILUNGO; 91′ VARELA)

Sfiora l’impresa lo Spezia di Gallo che al Picco resta in dieci per una gomitata folle di Mora contro l’Ascoli di Cosmi. Partono fortissimo i padroni di casa, decisi a sbloccare il match già in avvio: al 11′ azione solitaria devastante di Forte che salta un paio di uomini prima di stampare la sfera sul palo. Poco dopo è Mora che si vede respingere in calcio d’angolo una conclusione ben indirizzata. Gli ospiti si affidano alle ripartenze orchestrate da Clemenza ma non risultano quasi mai pericolosi dalle parti di Manfredini. Al 41′ Mora sgomita in area di rigore e viene espulso. La ripresa è scialba, quasi indolente. La vera prima azione della seconda frazione sblocca il match: al 70′ corner battuto da Lopez, bucano tutti la palla tranne Marilungo che con un avvitamento impatta la sfera di testa e trafigge Agazzi per l’1-0. Sembra il goal della vittoria ma non è così: al 91′ Varela controlla di petto e spedisce in rete piegando le mani dell’estremo difensore avversario. Spezia a 42 punti, Ascoli a 30.

guido-marilungo-ok-calciomercato

BARI-BRESCIA 3-0 (8′ IMPROTA, 30′ CISSÈ, 54′ NENÈ)

Il Bari di Grosso annienta fra le mura amiche del San Nicola il Brescia di Boscaglia continuando la sua corsa verso i play-off di fine stagione. “Galletti” nel segno di Nenè. I pugliesi interpretano la gara in modo devastante correndo il doppio degli avversari e creando numerosi problemi alla retroguardia lombarda. Passano appena otto minuti ed il match si sblocca: Nenè spizza la sfera in profondità per l’inserimento puntuale di Improta che stoppa e trafigge Minelli nell’angolino basso. Gli ospiti non riescono a reagire e al 30′ subiscono il doppio svantaggio: azione corale iniziata da Cissè e finalizzata dallo stesso attaccante di Grosso (assist ancora di Nenè) che scarica in rete con violenza. Il secondo tempo inizia peggio del primo per le “Rondinelle”: al 54′ Improta guadagna il fondo, il cross basso passa e per Nenè è facile realizzare di potenza un rigore in movimento che vale il tris biancorosso. La reazione del Brescia si sintetizza nel colpo di testa ravvicinato di Caracciolo, Micai blinda la porta negando il goal della bandiera agli ospiti. Il Bari fa 50 in classifica mentre i biancazzurri restano a ridosso della zona rossa con 34 lunghezze.

nene-ok-calciomercato

PARMA-FOGGIA 3-1 (73′ CALAIÒ, 81′ SILIGARDI, 89′ CERAVOLO; 24′ MAZZEO)

Vince in rimonta il Parma di D’Aversa al Tardini sul Foggia guidato da Stroppa. La gara parte col piedi giusto fino dalle battute iniziali con Guarna e Frattali bravi ad opporsi ai tentativi degli attaccanti. Il Foggia (rimasto in dieci per fallo da ultimo uomo di Loiacono) trova caparbiamente il punto del vantaggio al 24′: Agnelli colpisce il palo dalla distanza, la palla balla sulla linea e Mazzeo gonfia la rete a porta vuota. I crociati si disuniscono ed i “Satanelli” rischiano il doppio vantaggio al 41′ con la sassata di Kragl dalla distanza, palla sulla traversa. Nella ripresa si materializza lo show dei padroni di casa che, senza remore, mettono all’angolo gli ospiti calamitando il gioco nella loro trequarti. I pugliesi resistono finché possono ma al 73′ cedono il passo: Ceravolo scatta in profondità e crossa basso, Guarna tocca la palla e Calaiò in girata firma l’1-1. Diventa un assedio. Dopo il salvataggio sulla linea di Camporese, il Parma coglie il punto che vale il sorpasso con Siligardi che batte l’estremo difensore avverso in diagonale. I rossoneri appaiono devastati dall’uno-due improvviso dei gialloblu e subiscono il tris di Ceravolo a ridosso del recupero. Il Parma rimonta, vince e sale a quota 47 mentre il Foggia rimane fermo con 40 punti in classifica.

emanuele-calaiò-ok-calciomercato

PALERMO-CARPI 4-0 (18′, 47′, 76′ CORONADO, 67′ LA GUMINA)

Il Palermo di Tedino fa polpette del Carpi guidato da Calabro annichilendolo 4-0 al Barbera. I rosanero partono forte e al 18′ passano dagli undici metri grazie alla segnatura di Coronado che spiazza Colombi. Il Carpi si prende di coraggio e mette il muso fuori dal guscio: al 36’ la conclusione dal limite di Garritano è da rivedere. Ma la volontà degli emiliani e le ottime parate del loro estremo difensore su Gnahorè e Jajalo, si sgretola ad inizio ripresa: al 47′ Coronado sfrutta l’assist di Rispoli e in spaccata sigla la sua doppietta personale. I biancorossi, come nel primo tempo, accennano ad una reazione ma i tentativi risultano poco incisivi. Incisivo, invece, è La Gumina al 67′: Jajalo lancia Rolando, cross in mezzo per La Gumina che batte Colombi. La giornata di grazia dell’ex fantasista del Trapani si completa al 76′ quando, dalla distanza, disegna un maestoso tiro a giro che non lascia nuovamente scampo all’estremo difensore ospite. I siciliani salgono a quota 54 mentre gli emiliani restano a 44.

igor-coronado-ok-calciomercato

CREMONESE-VIRTUS ENTELLA 0-1 (8′ GATTO)

Continua il periodo nefasto della Cremonese di Tesser che esce sconfitta dallo Zini contro la Virtus Entella di Aglietti. I grigiorossi, falcidiati dall’assenza dei nazionali e dagli squalificati, non riescono a battere i liguri aumentando il periodo nero che li vede protagonisti ormai da più di un mese. Il goal partita arriva ad inizio gara: al 8′ Arini perde una palla sanguinosa innescando il contropiede mortifero degli ospiti, Gatto è abile a trasformare in oro colato la prima occasione del match siglando il vantaggio biancazzurro. La Cremonese incassa lo svantaggio e si sgonfia prima del tempo risultando raramente pericolosa dalle parti di Iacobucci. Nella ripresa, i lombardi alzano il loro rendimento offensivo ma Brighenti fallisce il pareggio colpendo male di testa a due passi dall’estremo difensore avversario. L’Entella amministra facilmente il vantaggio e conquista una vittoria preziosissima in trasferta. Vittoria fondamentale per i liguri che salgono a quota 35 gettandosi fuori, momentaneamente, dalla zona calda mentre i grigiorossi si fermano ancora una volta a quota 41 e vedono allontanarsi sempre più le posizioni play-off.

virtus-entella-ok-calciomercato

PESCARA-EMPOLI 0-1 (19′ DONNARUMMA)

Cade a picco il Pescara di Epifani all’Adriatico contro la sempre più capolista Empoli di Andreazzoli. Nei primi minuti di match, si capisce subito il diverso cabotaggio delle due compagini in campo: il palleggio dei toscani, infatti, imbriglia la manovra degli abruzzesi costringendo l’ex squadra di Zeman alla difesa della propria trequarti. Le trame azzurre sono ben orchestrate e al 18′ colpiscono: il tiro rimpallato di Brighi smarca Caputo all’interno dell’area di rigore, l’attaccante in posizione defilata si scopre generoso servendo Donnarumma per il facile tap-in.  Dopo un clamoroso legno colpito da Coulibaly al 30’, il Pescara ha la ghiottissima occasione del pari dieci minuti dopo: un retropassaggio di Castagnetti innesca Mancuso che si presenta a tu per tu con Gabriel, la punta pescarese viene stesa dall’estremo ospite e l’arbitro Piccinini decreta il calcio di rigore. Si presenta Pettinari sul dischetto ma l’attaccante si fa ipnotizzare e fallisce il punto del pari. La ripresa è un assolo delle qualità di palleggio dei primi della classe che, in qualche circostanza, sfiora il doppio vantaggio. Rischiano, però, la beffa al 74′ quando Brugman da posizione ottimale calcia alle stelle. Termina qui: l’Empoli sempre più primo con 60 punti mentre il Pescara si avvicina maledettamente alla zona pericolosa con 37 punti.

alfredo-donnarumma-ok-calciomercato

TERNANA-FROSINONE 0-0

Finisce a reti bianche al Liberati dove i padroni di casa della Ternana guidati da De Canio hanno il merito, del tutto inutile a fini della classifica, di bloccare sul pari il Frosinone di Longo che vede scappare l’Empoli ed avvicinarsi pericolosamente Palermo o Bari per la promozione diretta. Pareggio che riduce notevolmente anche le possibilità di agguantare i play-out degli umbri che vedono lo spettro retrocessione ad un passo. Dovevano vincere entrambe, termina col segno X. La gara non è spettacolare: al 32′ Ciano impegna Sala da calcio piazzato per poi ripetersi al 40′ con un colpo di testa. Nel secondo tempo sono sempre i laziali a tentare qualche sporadica proiezione offensiva senza rendersi particolarmente pericolosi; le “Fere” rispondono con due contropiedi di Finotto che non sortiscono l’effetto desiderato perdendosi nella noia del match. I gialloblu salgono a quota 55 mentre i rossoverdi toccano i 27 punti restando ultimissimi in graduatoria.

venezia-frosinone-ok-calciomercato

SALERNITANA-NOVARA 1-0 (60′ TUIA)

La Salernitana di Colantuono batte il Novara di Di Carlo nello scontro salvezza dell’Arechi. Nel primo tempo sono gli ospiti a giocare meglio mettendo i padroni di casa all’angolo in diverse occasioni: al 18′ Del Fabro con un colpo di testa colpisce in pieno la traversa, poi sugli sviluppi della stessa azione nata da un calcio d’angolo ci prova Puscas ma Radunovic respinge da pochi metri con Pucino che allontana il pallone. Al 32′ si vedono i granata con la conclusione di Ricci, Montipò è attentissimo e blinda il parziale. Al tramonto della prima frazione è la Salernitana a sfiorare il vantaggio con il calcio piazzato disegnato da Tuia che trova, ancora, l’attenta guarda dell’estremo difensore avversario. Nel secondo tempo, sono i campani a rientrare in campo più motivati degli avversario sfiorando la rete del vantaggio con Minala. Montipò deve arrendersi al 60′ quando Tuia gira di testa il calcio piazzato di Vitale. Si aspetta la reazione dei piemontesi ma è ancora la Salernitana a sfiorare il raddoppio con Bocalon, l’attaccante ex Alessandria coglie il legno. Non c’è più altro da dire: i campani salgono a quota 41 mentre gli azzurri restano fermi con 35 punti in classifica.

alessandro-tuia-ok-calciomercato

PRO VERCELLI-AVELLINO 0-0

Partita molto nervosa finita a reti bianche. La Pro Vercelli di Grassadonia ha controllato il gioco per tutta la gara sfiorando la vittoria nei minuti finali. L’Avellino di Novellino ha pensato solo a difendersi e alla fine hanno portato via un punto prezioso nella lotta salvezza. Prima palla goal per gli ospiti con Laverone che al 23′ impegna alla doppia parata Pigliacelli. Rispondono i padroni di casa con Morra e Reginaldo ma la mira difetta ad entrambi gli avanti dei piemontesi. n pieno recupero grossa occasione degli irpini: Bergamelli perde Ardemagni, cross per Molina, che davanti a Pigliacelli manda il pallone alto sulla traversa. La ripresa si apre con la palla goal mancata dal solito Reginaldo, l’ex Siena non riesce a girare in rete l’invito di Morra. Passano appena cinque minuti e la Pro avrebbe un’altra, colossale, palla goal per sbloccare il match: cross di Alcibiade, tiro di Reginaldo che si spegne a fil di palo. Al 20’ gran tiro di Castiglia da angolo calciato da Mammarella: palla sul fondo. L’Avellino si chiude in difesa, la Pro non riesce a concretizzare le sue sortite. Kanoute al 90’ da buona posizione tira alto sulla traversa. I “bianchi” salgono a quota 30 e continuano la lotta alla salvezza mentre gli irpini toccano i 36 punti in graduatoria.

pro-vercelli-ok-calciomercato

VENEZIA-CITTADELLA 2-1 (23′ LITTERI, 73′ GEIJO; 63′ ARRIGHINI)

È il Venezia di Inzaghi che conquista il derby veneto della 32^ giornata di Serie B battendo al Penzo il Cittadella di Venturato. Partono forte i “Lagunari” che sfiorano due volte la rete (sempre di testa) con Domizzi. Al 25′ è il Cittadella a vedersi bloccare dal legno il pallone del possibile vantaggio. Due minuti dopo, passa il Venezia: filtrante di Frey per Geijo che attira Alfonso su di sé e poi libera Litteri solo davanti alla porta. Gol dell’ex, il quinto in 8 gare con la maglia del Venezia, in doppia cifra in campionato con i 5 realizzati con il Cittadella. I granata tentano il forcing per giungere al pareggio ma sono gli arancioverdi ad avere la colossale palla goal del raddoppio dagli undici metri: Bentivoglio calcia male ed Alfonso devia oltre la traversa. In apertura di ripresa è Litteri a mancare il bis a pochi passi dalla linea di porta, innescato da Pinato, poi è Falzerano ad esaltare i riflessi di Alfonso. La prima palla goal della ripresa per gli ospiti cambia nuovamente il parziale: Arrighini arma un siluro impossibile da disinnescare per il pareggio ospite. Al 73′, però, il Venezia mette nuovamente, e definitivamente, la freccia:  ancora una verticalizzazione di Frey per Litteri che ricambia il favore servendo il pallone a Geijo che scarica il destro in corsa alle spalle di Alfonso. La squadra di Inzaghi sale a quota 49 piazzandosi a -1 dai granata.

venezia-ok-calciomercato

CESENA-PERUGIA 1-1 (58′ SCHIAVONE; 70′ BONAIUTO)

Il posticipo della 32^ giornata di Serie B si gioca al Manuzzi dove i padroni di casa del Cesena guidati da Castori bloccano sul segno X il lanciato Perugia di Breda. I romagnoli tentano di alzare il ritmo fin dalle prime battute di gioco ma la prima, vera palla goal del match è di marca umbra con Gustafson. Crescono gli umbri pericolosi con Di Carmine. Poi è Kupisz a divorarsi la palla del vantaggio bianconero: il suo tiro finisce fuori di poco. Come nella prima frazione di gara, sono i padroni di casa ad iniziare meglio il match ma, questa volta, la pressione sugli avversari genera la rete del vantaggio: al 58′ la punizione di Schiavone viene deviata della barriera spiazzando imparabilmente Leali. Salva l’ex mister del Latina un subentrato: Bonaiuto, entrato al posto di Martinello, calcia con precisione regalando il pareggio al 70′ ai suoi. In pieno recupero salvataggio sulla linea di Scognamiglio su tiro di Bonaiuto: è l’ultimo brivido della gara. Il Cesena sale a quota 34 mentre gli umbri toccano quota 47.

cristian-bonaiuto-ok-calciomercato

LA CLASSIFICA:
POS SQUADRA PUNTI G V N P GF GS
1 Empoli 60 31 17 9 5 66 39
2 Frosinone 55 32 14 13 5 52 35
3 Palermo 54 31 14 12 5 44 27
4 Bari 50 31 14 8 9 45 38
5 Cittadella 50 32 14 8 10 46 36
6 Venezia 49 31 12 13 6 40 30
7 Perugia 47 31 13 8 10 53 42
8 Parma 47 31 13 8 10 41 30
9 Carpi 44 31 11 11 9 26 34
10 Spezia 42 32 10 12 10 33 32
11 Cremonese 41 32 8 17 7 38 33
12 Salern. 41 32 9 14 9 41 44
13 Foggia 40 31 11 7 13 47 53
14 Pescara 37 32 9 10 13 38 52
15 Avellino 36 31 8 12 11 40 46
16 Virtus Entella 35 31 8 11 12 34 40
17 Novara 35 32 9 8 15 35 40
18 Brescia 34 31 8 10 13 30 39
19 Cesena 34 32 7 13 12 45 55
20 Pro Vercelli 30 31 6 12 13 35 49
21 Ascoli 30 32 7 9 16 30 51
22 Ternana 27 32 4 15 13 44 58

 

LASCIA UN COMMENTO