Torino, Belotti: “Io in una big? Solo per essere titolare”

La stagione di Belotti, tra infortuni e difficoltà di squadra, procede in maniera tribolata. Per il bomber del Torino sono arrivati appena 6 gol in 22 presenze in Serie A. L’obiettivo è quello di rialzare la china già a partire da questo finale di stagione. Sembra infatti lontano il periodo in cui Belotti veniva accostato a tutti i più grandi club europei, che sembravano disposti a pagare anche 100 milioni per averlo. Il valore del giocatore non si discute comunque e gli estimatori ancora non mancano. Di questo e non solo ha parlato il Gallo, intervistato da “La Domenica Sportiva“.

TORINO, BELOTTI: “L’ITALIA CERCA DI RIPARTIRE; IO IN UNA BIG PER FARE IL TITOLARE”

Del suo futuro Belotti parla così:

Io in una big che fa le coppe? Sono idee che escono sempre fuori ma bisogna valutare bene, a 360 gradi, quale sia la cosa giusta per me. Non basta andare in una grande squadra se poi vai in panchina. Quindi la condizione è andare in una grande per fare il titolare? Certo”.

Condizione non da poco dunque, che sicuramente non chiude le porte ad una permanenza a Torino ancora una stagione.

E sul momento della nazionale risponde in questo modo:

Dopo il 13 novembre noi che c’eravamo ci siamo sentiti e cerchiamo appunto di ripartire, Intorno alla nazionale c’è un senso di precarietà? Lo sentiamo, e per questo cerchiamo di rimanere uniti per ripartire. Del resto lo sapevamo, perché in questi giorni abbiamo affrontato o stiamo per farlo Argentina e Inghilterra, che sono due delle squadre più forti e lottano per vincere il Mondiale”.

Il suo compagno di nazionale, Ciro Immobile, aveva parlato della stagione difficile di Belotti, dicendo: “c’è stata una nuvola nera sulla testa di Andrea, ma ora è tornato il sol”. Ecco il commento di Belotti:

In questa stagione ho avuto due infortuni che mi hanno condizionato il mio rendimento – risponde Belotti – però adesso mi sento bene, e ci sono ancora tante partite. Adesso penso a quello di martedì a Wembley: sappiamo tutti che stadio sia, e sarà emozionante giocare in un impianto così bello, teatro di tante finali”.

LASCIA UN COMMENTO