La partita di Golovin contro l’Arabia Saudita: Juve alla finestra

Da diverso tempo la Juventus segue con interesse Aleksandr Golovin del Cska Mosca. Il giovane talento sarà protagonista con la sua Russia ai prossimi Mondiali di calcio, di cui qui potete consultare il calendario completo delle partite.

Proprio nella partita inaugurale del torneo, contro l’Arabia Saudita, il classe 1996 ha brillato, mettendo a segno un assist al bacio e tante belle giocate.

Andiamo allora a vedere nel dettaglio la prestazione di Golovin nella partita inaugurale della Russia contro l’Arabia Saudita, disputata oggi alle 17:00.

Russia – Arabia Saudita: il primo tempo di Golovin

Prima del match contro l’Arabia Saudita c’erano tante perplessità sulla Russia di Čerčesov. Perplessità lecite, visto anche il percorso che ha portato la Russia a questo mondiale. Ben sette partite senza vincere, con quattro sconfitte e tre pareggi.

alexander-golovin-russia-2018

L’esordio dei padroni di casa invece è stato convincente ed ha avuto un protagonista su tutti: proprio Golovin. Il giovane centrocampista si è messo in mostra fin da subito per la sua personalità nel gestire i palloni che arrivavano dai compagni.

Tante giocate di qualità fino all’assist delizioso per il primo gol russo firmato Gazinskiy. In questo caso Golovin dal vertice sinistro dell’area di rigore piazza un cross al bacio per la testa del suo compagno. Passano i minuti ma la prestazione del gioiellino del Cska resta di altissimo livello con tantissime giocate rapide ed intelligenti.

Anche nella seconda rete ci sarà il suo zampino. Nel momento della marcatura decisiva la sua rapida progressione offensiva che propizierà l’assist vincente di Zobnin per Cheryshev.

Russia – Arabia Saudita: la ripresa

Nella ripresa il ritmo si abbassa, con l’Arabia Saudita che prova qualche timido affondo. La Russia si limita ad attendere dietro senza scoprirsi eccessivamente.

Al 70′ però la stellina Golovin si riaccende e con un cross splendido. Questa volta dal vertice dell’area di rigore di destra. Mette la palla sulla testa del neo entrato Dzyuba che deve solo essere bravo a coordinarsi e piazzarla in rete.

golovin-juve-russia-2018

Per completare la serata magnifica, Golovin decide anche di segnare una splendida punizione dal limite. 5-0 il risultato finale.

Insomma, la prima partita del mondiale ha messo in evidenza come si tratti di un giocatore estremamente tecnico e di personalità; tanto da essere praticamente indispensabile per la Russia. Russia che dunque sembra giocare bene proprio quando la palla tra i piedi ce l’ha lui. Certo, l’avversario era modesto, ma a 22 anni incidere in una partita di Coppa del Mondo non è così comune.

LASCIA UN COMMENTO