Juventus, Agnelli chiama Ronaldo: si aspetta il via libera di Perez

Ronaldo e Juventus: il matrimonio “s’ha da fare”. A confermarlo sono sempre più elementi: dalla rottura con il presidente del Real Madrid, Perez, al forte rapporto creato dalla dirigenza juventina con l’agente di CR7, Jorge Mendes. Un “regalo” che la famiglia Agnelli intende fare al popolo bianconero dopo sette anni di successi che hanno visto la Vecchia Signora imporsi in Italia e farsi tanta strada in Europa.

AGNELLI CONVINCE CR7

In 9 anni di presidenza ormai abbiamo imparato a conoscere Andrea Agnelli, nipote de l’avvocato. Si è sempre fidato, nel tempo, di un direttore tecnico eccelso che è Beppe Marotta, senza mai entrare nel vivo delle trattative di calciomercato. Questa volta però il presidente bianconero ha deciso di mettere sé stesso al centro di una trattativa che potrebbe rimanere negli annali tra i trasferimenti più clamorosi del calciomercato estivo.

Forse è la prima volta che i piani di Marotta non hanno coinciso con quelli di Agnelli. Il direttore ligure è sempre stato un dirigente virtuoso, rendendo la Juve una squadra competitiva in tutte le competizioni senza spendere cifre folli, (la più alta è quella di 90 milioni per Gonzalo Higuain).

Al contempo, il presidente bianconero ha capito che per vincere la tanto agognata Champions serve comprare il migliore: e chi se non colui che quella coppia è riuscita ad alzarla 5 volte in carriera, di cui una proprio in faccia alla Juve?

Nel frattempo in Spagna, a Madrid, il rapporto tra Perez e CR7 è crollato per colpa della famosa “clausola”. Ronaldo si è ritenuto offeso dalla cifra che il presidente blanco gli ha proposto per liberarlo, ovvero 100 milioni, al posto di quei 1000 scritti nel contratto. E complice anche un mancato aumento dell’ingaggio, tanto voluto dal portoghese dopo i vari aumenti di Messi e Neymar, rispettivamente a 45 e 37milioni, ha deciso di abbandonare il Bernabeu.

Agnelli ha chiamato personalmente il campione portoghese, corteggiandolo così come si fa solo con i top player. Perché Ronaldo è così, Ronaldo ha bisogno di sentirsi il centro di un progetto tecnico, Ronaldo ha bisogno di sentirsi psicologicamente ed economicamente un campione. Ed è così che nasce l’offerta che divide i tifosi bianconeri: 30 milioni di ingaggio. Una cifra astronomica mai raggiunta in Italia che però rischia di diventare realtà.

CR7 è pronto a vincere ancora, la Juve ad accoglierlo. Si aspetta solo il via libera di Perez.

LASCIA UN COMMENTO