Milan, Paolo Scaroni sarà il nuovo presidente

La telenovela societaria che ha colpito il Milan negli ultimi mesi pare giunta al termine. Dopo la decisione della UEFA di escludere per una stagione la società rossonera dalle coppe europee, e dopo il mancato pagamento di Yonghong Li al fondo Elliott per 32 milioni di euro, il peggio è passato, con la presidenza che andrà ad un uomo di fiducia di Silvio Berlusconi, Paolo Scaroni.

LA DECISIONE

Come si legge dalle pagine di Calciomercato.com, Scaroni è un dirigente d’azienda e banchiere italiano, già amministratore delegato di Enel ed Eni tra il 2002 e il 2014, vice Presidente di Rotschilde, una della banche che ha fatto da advisor nel passaggio da Berlusconi a Yonghong Li, attualmente è membro del Cda del club rossonero.

La decisione definitiva sarà presa all’Assemblea dei soci del 21 luglio, dove ci sarà anche una divisione di poteri. Non è da escludere che gli esponenti cinesi possano dimettersi dal Cda della società rossonera, facendo sì che il processo di votazione possa essere svolto con tempistiche più veloci.

LASCIA UN COMMENTO