Napoli, De Laurentiis: “Niente scambio tra Mertens e Cavani. Per Chiesa la Fiorentina…”

Il Napoli continua la preparazione in vista del prossimo campionato. Mister Ancelotti sta avendo già diverse indicazioni dalle amichevoli prestagionali, ma manca ancora qualcosa. Sappiamo infatti che per completare la rosa mancano almeno un paio di innesti. Innesti che De Laurentiis cercherà di regalare al suo allenatore in questo mese scarso di calciomercato. Proprio di questo ha parlato il presidente azzurro, in esclusiva a Sky Sport. Di seguito proponiamo i tratti salienti della sua intervista.

DE LAURENTIIS: “NON STIAMO TRATTANDO CAVANI, CHIESA FORSE IL PROSSIMO ANNO”

De Laurentiis ha risposto a molte domande sul mercato del Napoli. Non poteva mancare la domanda su Cavani. In particolare su un’eventuale trattativa per il suo ritorno ed un interesse del PSG per Mertens:

Se è vero che il Psg chiede 55 milioni per Cavani? Può chiederne anche 90, ma è falso che noi lo stiamo trattando. Allo stesso modo credo che non sia vero l’interessamento dei parigini per Mertens, perché se uno ha veramente l’interesse esercita il diritto della clausola rescissoria entro il termine prestabilito. Un club che fa scadere quest’ultima e non fa un accenno di proposta credo non voglia realmente acquistare il calciatore“.

Anche di Federico Chiesa, pallino del Napoli, ha parlato ADL, soffermandosi su come non fosse ancora possibile acquistarlo:

Per quanto riguarda Chiesa invece io ho confermato che, nell’ultima colazione di un mese fa negli uffici di Della Valle, Diego mi ha detto: «Noi non lo vendiamo, non possiamo altrimenti ci sarebbe la rivoluzione a Firenze. E io non posso permettere che ciò accada. Però ti prometto che l’anno prossimo, qualora decidessimo di volerlo vendere, il primo a essere consultato sarà il Napoli»“.

Sulla questione terzino destro invece, ADL rivela che non è ancora fatta per Arias:

Arias mi ha dato la disponibilità a venire, ma vale lo stesso anche per le altre cinque alternative. Stiamo valutando una serie di variabili“.

LASCIA UN COMMENTO