Milan, assalto a Milinkovic-Savic nelle ultime ore di mercato

Sergej Milinkovic-Savic ed il Milan, lavori in corso. Quando solo una manciata di ore ci separa dalla fine della sessione estiva di calciomercato, continua a tenere banco l’affare che potrebbe spostare in maniera determinante gli equilibri del nostro campionato.

I contatti tra le due società e l’entourage del giocatore sono continuati fino a notte fonda, con Leonardo (dg rossonero) che ha lasciato Casa Milan solo dopo la mezzanotte. Il tentativo dei rossoneri è concreto e i dialoghi, specie dopo quanto trapelato nella serata di giovedì, dovrebbero ruotare intorno alla formula scelta dal brasiliano e da Maldini per convincere Lotito: prestito oneroso da 40 milioni di euro con diritto di riscatto, come raccontato dai colleghi de Il Sole 24 Ore.

La possibilità di vedere Milinkovic-Savic cambiare casacca, al netto delle ore che passano senza avere sostanziali novità, sono poche ma esistono: a tal proposito, il Milan ha prenotato diversi voli sulla tratta Roma-Milano ed una serie di visite mediche alla clinica “La Madonnina”, da sempre quartier generale ad appannaggio della società meneghina, per evitare brutte sorprese e trovarsi preparato in caso di grande colpo. Nulla di determinante ai fini della trattativa, insomma, ma che testimonia una volta di più la volontà di credere fino alle ore 20.00 del 17 agosto all’affare Milinkovic. Un affare che, unito a quelli di Higuain e Caldara, rilancerebbe senza mezzi termini le ambizioni del nuovo Milan targato Leonardo-Maldini. I tifosi hanno il diritto di sperare

E la Lazio? I biancocelesti, nelle persone di Claudio Lotito ed Igli Tare, non si sono mai scomposti negli ultimi mesi: le condizioni per acquisire le prestazioni del serbo sono note da mesi, ormai, e proprio per questo appare difficile credere ad un improvviso dietrofront. Non a caso, ad oggi non si segnalano grandi trattative imbastite con centrocampisti in grado di sopperire alla possibile assenza del “Sergente”. Per lasciar partire il proprio fuoriclasse, la società capitolina pretende il pagamento immediato di una cifra più che rilevante (almeno 120 milioni di euro).

“Finora nessuno si è fatto avanti: non mi sono arrivate offerte ufficiali né dal Milan, né dalla Juventus e tanto meno dal Real Madrid o dal Manchester United. Di certo non spingo per venderlo, ma se lei mi chiede quanto vale allora le ricordo che lo scorso anno, il 29 agosto, rifiutai un’offerta da 110 milioni di euro. A quanto è stato venduto Pogba al Manchester? 105 più 5? E qui parte la toto scommessa come in un vero casino online come quelle su Casinoonlineaams.com. E allora Milinkovic vale di più. Sia chiaro, non mi interessano contropartite tecniche o formule tipo prestito”. Così tuonava Lotito l’8 agosto in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Il vulcanico presidente biancoceleste tiene il punto e non molla.

Nato il 27 febbraio 1995 a Lleida, Spagna, ma di passaporto serbo, Sergej Milinkovic-Savic è arrivato alla Lazio nell’estate del 2015 dai belgi del Genk. Vicinissimo alla Fiorentina, con la quale stava per firmare proprio in quei giorni, il giocatore ha invece collezionato 122 presenze con la maglia biancoceleste tra Serie A, Europa League, Supercoppa Italiana e Coppa Italia, mettendo a segno 24 gol e firmando 20 assist.

LASCIA UN COMMENTO