Chi è Leandro Paredes? Un viaggio alla scoperta del regista argentino

Chi è Leandro Paredes? Uno dei nomi caldissimi in quest’ultima finestra di mercato. Il trasferimento in Italia non si è più concretizzato, anche per la stessa volontà del giocatore. Ma il ragazzo merita assolutamente di essere approfondito.

Il regista argentino si distingue per intelligenza tattica e per la giovane età. Nonostante i soli 25 anni Paredes può già vantare di un curriculum di tutto rispetto.

Cresciuto calcisticamente nel Boca Juniors, si è messo in mostra in Italia con Empoli e Roma. Da qui l’avventura con lo Zenit che gli ha permesso di essere convocato con la nazionale argentina. Ecco allora più nello specifico chi è Leandro Paredes, “el Mago”.

Chi è Leandro Paredes?

paredes-zenit-inter

Leandro Daniel Paredes nasce a San Justo, Argentina, il 29 giugno 1994. Amante fin da piccolo del gioco del calcio entra a far parte all’età di 8 anni della squadra del Boca Juniors.

Qui Leandro cresce e si forma calcisticamente. L’anno in cui maggiormente si mette in luce è il 2012/13, stagione in cui colleziona ben 20 presenze condite da 4 gol.

La suddetta stagione fa le fortune del calciatore argentino che attira l’attenzione di vari club, tra i quali la Roma. Nel 2013 viene infatti acquistato dai giallorossi e girato in prestito prima al Chievo e poi all’Empoli.

Leandro-Paredes-roma

Dopo un nuovo ritorno alla roma dopo le ottime esperienze in giro per l’Italia, nel 2017 approda in Russia, più precisamente allo Zenit.

Dal 2011 costantemente nel giro dell‘Argentina U21, viene convocato per la prima volta dalla nazionale maggiore nel 2016.

Caratteristiche tecniche

Leandro Paredes ha ricoperto nel ruolo della sua carriera gran parte dei ruoli a centrocampo. Nel Boca nasce come trequartista ma in Europa viene inizialmente trasformato in mezzala nel centrocampo a tre per poi stabilizzarsi nel ruolo di regista puro davanti alla difesa.

Paredes-Inter

Oltre alla grande predisposizione tattica, il giovane regista argentino si fa notare per l’abilità nel dribbling, nella visione di gioco, nella precisione dei passaggi ma anche per una discreta abilità nello stretto.

Leandro Paredes: ancora Zenit

Chissà se un giorno Leandro Paredes tornerà in Italia, Paese in cui egli è diventato grande calcisticamente. Vicinissimo all’Inter nella sessione estiva, l’affare è sfumato poi per volontà da entrambe le parti.

leandro-paredes-argentina

El nuovo Romàn, uno dei tanti soprannomi con cui viene appellato Paredes, continuerà quindi a giocare in Russia. Nonostante le tante sirene italiane che ogni finestra di mercato continuano a cantare, il regista argentino sembra continuare a resistere alle tentazioni. Solo il tempo potrà dirci se l’amore tra la Serie A e Paredes potrà tornare a brillare.

LASCIA UN COMMENTO