Sistemata la situazione tra la Lazio e Stefan Radu, il quale era stato escluso dalla stessa società dal ritiro di Auronzo di Cadore.

Il romeno, dunque, è tornato a lavorare con il gruppo biancoceleste lunedì, ricevendo una calorosa accoglienza da parte dei suoi compagni.

Il calciatore, inoltre, è intervenuto in conferenza stampa per chiarire le vicissitudini degli ultimi mesi, chiedendo scusa a tutti, sia società che tifosi.

Le parole di Radu

“Voglio ringraziare la società ed il presidente per l’opportunità che mi ha dato di tornare a far parte della grande famiglia laziale, è stato il momento puoi buio della mia carriera, sono emozionato, voglio ripagare tutti sul campo. Sono tornato a casa, sono stato male negli ultimi giorni per miei errori e li riconosco. Da marzo non ero più lo Stefan Radu che si conosceva come uomo. Ringrazio i tifosi che mi sono stati vicini in questo periodo. Voglio aggiungere che, dopo l’infortunio rimediato alla caviglia non riuscendo a guarire, ho iniziato a pensare in negativo ed ho sbagliato nei confronti di Società e compagni. Sono qui a chiedere scusa a loro ed a tutti coloro che ho offeso in questo periodo buio. Mi sento come un nuovo acquisto, ma ho tanta esperienza alle spalle e so che posso dare ancora tanto per questa squadra. Ultimamente, da quando è emerso che la Lazio non mi avrebbe fatto partire per Auronzo, abbiamo ricevuto tante richieste, ma ho sempre rifiutato qualsiasi offerta di mercato”.