Diventare osservatore di calcio è il tuo sogno? Ecco come fare per intraprendere tale professione. Se credi che lo scouting calcistico faccia per te, se pensi di avere l’occhio per i nuovi talenti, se ti piace osservare con occhio clinico i giovani calciatori sul campo da calcio allora questo articolo ti sarà molto utile per avviarti in questo magico mondo.

Potrebbe anche interessarti: “Come diventare direttore sportivo

Prima di andare avanti con i vari step per intraprendere la professione è importante però chiarire che la strada è tutt’altro che facile. Come in ogni cosa innanzitutto è richiesta una passione smisurata, accompagnata da spirito di sacrificio.

Il compito richiede infatti, tra le altre cose, di guardare le più svariate partite, osservare più giocatori contemporaneamente, intraprendere lunghe trasferte, essere pronti al fallimento ed assumersi responsabilità sulla qualità degli assistiti. Appurato tutto ciò siamo finalmente pronti, ecco come diventare osservatore di calcio.

Come diventare osservatore di calcio? Ecco tutto ciò che c’è da sapere

Innanzitutto la professione dell’osservatore calcistico, così come altri lavori legati al mondo del calcio quali ad esempio quelli da direttore sportivo o da Agente Fifa, è regolamentata dalla FIGC. Per tale motivo, per poter lavorare con le società professionistiche, è necessario ottenere il patentino rilasciato dalla federazione italiana.

La domanda quindi sorge spontanea, come è possibile prendere il patentino da osservatore calcistico? Per ottenere tale documento vi è un’unica via: seguire il corso organizzato dalla FIGC stessa e tenuto annualmente a Coverciano.

corso-figc-osservatore

Al termine di tale corso bisogna conseguire l’esame abilitativo. Superato quest’ultimo si otterrà finalmente il tanto agognato patentino e la conseguente iscrizione all’albo ufficiale degli osservatori calcistici. Ora si è finalmente pronti per lavorare con le società di calcio professionistiche!

La FIGC è l’unica federazione a permettere l’iscrizione all’albo ed a rilasciare il patentino ma non rappresenta comunque l’unico modo per seguire corsi teorici e pratici. In tale ambito vi sono infatti parecchie aziende private offrenti corsi e workshop che garantiscono un’ottima formazione di base e che avviano quindi alla carriera di osservatori calcistici, rilasciando attestati con cui poter intraprendere contatti con società minori o settori giovanili.

Chi è e cosa fa l’osservatore di calcio?

L’osservatore calcistico, anche chiamato talent scout, è una figura importantissima nel panorama calcistico, italiano e non. Sostanzialmente egli si occupa di redigere relazioni di giovani calciatori al fine di valutarli al meglio nella loro complessità per consigliarli poi alle varie squadre calcistiche.

talent-scout

Tali valutazioni possono essere redatte per conto di società o per volere dello stesso osservatore calcistico. Sono infatti sostanzialmente due le modalità operative di questa figura lavorativa:

  1. Dipendente di società professionistiche;
  2. Libero professionista.

Come già scritto, un osservatore calcistico operante presso squadre professionistiche deve tassativamente essere iscritto all’albo ufficiale. Molti sono i vantaggi di questa scelta, quali la sicurezza economica di uno stipendio fisso, il rimborso spese ed il lavorare in compagnia di altri professionisti.

L’altra strada, quella del libero professionista, può essere più rischiosa ma anche più soddisfacente allo stesso tempo. Gli osservatori di calcio che lavorano “in proprio” infatti non sono vincolati dalle società e sono liberi di segnalare talenti a chi ritengono più opportuno. Questa indipendenza però è un’arma a doppio taglio dal punto di vista economico.

Spesso chi intraprende questo lavoro inizia la propria carriera da libero professionista per poi approdare in qualche squadra professionistica che gli offre uno stipendio fisso. Ovviamente la cosa più probabile è venire ingaggiati proprio da quelle società alle quali, nella parentesi da liberi professionisti, si è dimostrato affidabilità e determinazione nel compiere il proprio lavoro.

osservatore-calcistico-libero-professionista

Quanto guadagna un osservatore calcistico?

Molti giovani che si avvicinano al ruolo di osservatore calcistico vogliono sapere fin da subito quanto guadagni tale figura. Rispondere ad una domanda del genere è però pressoché impossibile. Il ventaglio di stipendio percepito da un’osservatore di calcio, così come per la maggior parte di figure lavorative sportive, è troppo ampio da poter essere inquadrato.

Ai fini dell’indagine vanno presi in considerazione numerosissimi parametri quali ad esempio la modalità lavorativa dell’interessato, il club professionistico per cui si lavora ed ovviamente la bravura di chi intraprende questa strada.

È evidente quindi che se si riesce a fare carriera in questo settore lavorativo i guadagni saranno molto alti. Dall’altra parte della medaglia, durante i primi passi mossi all’interno di questo mondo, le entrate potrebbero essere basse e talvolta scoraggianti.