Siamo giunti al termine del mese di settembre e sia la Serie A che le coppe europee procedono a ritmi più che elevati. La protagonista assoluta del momento in Italia non può che essere l’Inter di Antonio Conte con sei vittorie nelle prime sei partite di campionato. Ebbene, a parlare sia del periodo della squadra meneghina che più in generale della massima serie nostrana, è intervenuto ai microfoni di Ok Calciomercato il noto youtuber nerazzurro Biapri.

biapri-inter

Un Conte “martello”

“Non sono sorpreso e sono tra coloro i quali hanno accolto con estremo piacere l’arrivo di Conte. È un allenatore che ho sempre stimato dal punto di vista professionale avendo vinto al primo colpo in ogni squadra in cui è andato. Inoltre va ricordato anche il fatto che si sia preso carico di un’Italia con un organico mediocre e che l’abbia portata fino ai quarti di finale agli Europei. Arrivato all’Inter sta confermando ciò che si sapeva di lui e apprezzo il suo essere ‘martello’, ovvero determinato sui suoi giocatori e maniacale in ogni particolare, creando un fortissimo spirito di gruppo. Sicuramente non bisogna illudersi perché domenica arriva la Juve che potrebbe ridimensionarci. Si deve anche tener conto del fatto che Conte è l’unico allenatore, dopo Helenio Herrera nel 1965, ad aver ottenuto sei vittorie nei primi sei match di campionato. L’unico piccolo passo falso è stato in Champions League, ma c’è tempo per recuperare”.

Un Milan a rischio

“Il Milan di quest’anno è sicuramente una delle sorprese in negativo del campionato. Mi dispiace molto per Giampaolo perché è un bravissimo allenatore ed è anche tifoso interista. Evidentemente non porta bene ai rossoneri ingaggiare tecnici di fede nerazzurra: lo stesso, infatti, è successo con Mihajlovic. Il Milan, però, ha fatto bene a confermargli la fiducia perché penso abbia possibilità di riprendersi. Per quanto riguarda le prime quattro posizioni alla fine del torneo, penso che ci saranno Juventus, Inter, Napoli e Roma, anche se quest’ultima se la giocherà con la Lazio. Al momento non vedo un Milan in lotta per la Champions e, se non si affretta a riprendersi, rischia anche il posto in Europa League perché c’è anche un’Atalanta forte come l’anno scorso, pronta a lottare anche per un posto nella ex Coppa dei Campioni. Sono molto convinto che l’Inter sarà nei primi posti, ma mi aspetto anche di più. Domenica sarà un test fondamentale contro i bianconeri, perché anche uscire imbattuti, con un pareggio, darebbe una gran botta di fiducia alla squadra”.

marco-giampaolo

Le italiane in Champions

“In Europa la situazione è molto variegata: l’Atalanta, ad esempio, ha perso male a Zagabria ed ha complicato le cose anche se il tempo per recuperare ci sarebbe. Penso che sia molto difficile che la Dea riesca a superare il turno, pertanto dovrà lottare per cercare di arrivare terza e quindi in Europa League. Il Napoli, con la vittoria con il Liverpool, ha iniziato bene e quindi può farcela ad andare avanti così come la Juve, nonostante il pari contro l’Atletico Madrid. L’Inter deve stare attenta per via del passo falso contro lo Slavia Praga: è chiamata a vincere e a fare qualche miracolo in trasferta, a cominciare da mercoledì a Barcellona”.