Zlatan Ibrahimovic di nuovo in Italia, suggestione che potrebbe diventare realtà. A dicembre finirà l’avventura dell’attaccante svedese con la maglia dei Los Angeles Galaxy, ed è il diretto interessato a parlare del possibile ritorno in Serie A ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

“Mi sarei trovato bene con Conte”

“Il Napoli? Vedendo l’amore della città per Maradona viene voglia di provare quell’esperienza, e poi sarebbe fantastico replicare quello che ha fatto Diego. Quanto all’Inter, Conte non lo conosco personalmente, ma tutti dicono dia il 500% ogni giorno. In questo siamo uguali, ci saremmo trovati bene insieme”.

Poi il pensiero su Mihajlovic: “Sinisa è un amico, se scegliessi Bologna sarebbe solo per lui. Ci siamo sentiti. Volete sapere cosa mi ha detto? ‘Zlatan, qui gli altri correrebbero per te. Tu stai davanti e buttala dentro’. Lo ringrazio, ma credo sia difficile che possa accadere: se cambio idea, lo chiamo subito. Anche perché, in Serie A, anche oggi sarei in grado di realizzare una ventina di gol. Comunque escludo di chiudere la carriera al Malmo. Ritirarmi? Vediamo. Dopo aver smesso ricoprirò un ruolo importante, voglio avere responsabilità e potere decisionale. Potrei anche diventare un allenatore, ma lo stress è parecchio: in una sola stagione invecchi dieci anni. E poi, in caso di necessità, sarebbe vietato entrare in campo e fare la differenza. Ho ancora un paio di mesi per decidere, l’importante è stare bene”.