Dopo 3 settimane torna finalmente ad affascinarci la magia della Champions League. La competizione più bella di tutte offre questa settimana partite entusiasmanti ed incerte. Ovviamente le 4 squadre italiane saranno impegnate in questo turno. Juventus, Atalanta, Inter e Napoli affronteranno dei match decisivi, che potrebbero stabilire le sorti del loro cammino europeo. Andiamo a vedere come arrivano a questo appuntamento fondamentale le nostre squadre.

Juventus – Lokomotiv Mosca: occhio alla trappola

Delle squadre italiane, quella che sulla carta ha la partita più semplice è la Juventus. Dopo aver annichilito il Bayer Leverkusen nello scorso turno, la Vecchia Signora ci riprova, ancora in casa, contro i russi della Lokomotiv Mosca. Nella conferenza stampa della vigilia CR7 ha suonato la carica, dicendo che quest’anno la Juventus punterà a vincere tutto e che ora è più forte che mai. Con un Ronaldo così in forma, nulla è proibito, ma occhio a non adagiarsi troppo sugli allori. Anche se in squadra hai un signore che ha messo a segno più di 700 gol in carriera, la sorpresa può essere dietro l’angolo.

cristiano-ronaldo

I russi infatti, hanno iniziato bene la loro Champions League, battendo a domicilio per 2-1 i tedeschi del Bayer Leverkusen, proprio alla BayArena. Nel secondo turno invece si sono dovuti arrendere, in casa, ad un Atletico Madrid molto più forte per 2-0. Attenzione a non sottovalutare i russi, che sono in un fantastico periodo di forma in patria. 5 vittorie consecutive e primo posto in classifica nel campionato nazionale. I bianconeri sono avvisati, ma se giocano come sanno, la vittoria sarà loro.

Manchester City – Atalanta: siamo già ai titoli di coda?

6 gol subiti in 2 partite, 0 vittorie, 0 punti per l’Atalanta. Non di certo la Champions League che i tifosi bergamaschi si aspettavano. Dopo la fantastica cavalcata dello scorso anno, culminata col terzo posto in campionato, era forse difficile pronosticare un cammino così tortuoso per la Dea. Eppure quest’anno in campionato gli orobici sono partiti anche meglio della scorsa stagione. La squadra non si è indebolita in estate, e anzi, l’organico è ancora più competitivo. Il problema dell’Atalanta sembra essere soltanto il suono dell’inno della Champions, ed ecco allora che il Dottor Jekyll diventa Mr Hyde.

papu-gomez

2 sconfitte contro Dinamo Zagabria e Shakhtar Donetsk, squadre alla portata dei bergamaschi, mettono ora gli uomini di Gasperini in seria difficoltà, obbligandoli a vincere. Sulla strada della Dea però, ci sarà il Manchester City di Pep Guardiola, una delle favorite in assoluto di questa competizione. Una sconfitta potrebbe forse già scrivere la parola fine sulla Champions dei nerazzurri, che dovranno dare il massimo quando sentiranno le note dell’inno più importante, sperando che questa volta Mr Hyde non si palesi.

Inter – Borussia Dortmund: una vittoria per non perdere il treno

Rimaniamo sempre coi colori nerazzurri, ma spostiamoci da Bergamo a Milano. Mercoledì l’Inter ospiterà un Borussia Dortmund non in perfetta condizione. L’ultimo mese dei tedeschi non è stato eccezionale. Tanti pareggi che hanno tolto un po’ di tranquillità alla squadra giallonera. L’Inter dal canto suo sembra tornata al posto che gli compete in campionato, ma in Champions non pare invece così a suo agio. Una partenza molto a rilento, dopo il pareggio con lo Slavia Praga e la sconfitta con il Barcellona, obbliga ora i nerazzurri a non sbagliare più, per non andare a -5 da ben 2 squadre del girone.

esultanza-inter

La squadra di Conte ce la metterà tutta per ottenere i 3 punti e non perdere il treno qualificazione. Un super attacco guidato da Lukaku e da Lautaro Martinez dovrà compensare quello che sembra un periodo non straordinario da parte della difesa nerazzurra, sperando che Reus e compagni non siano in grande spolvero. L’unica certezza però, è che a San Siro ne vedremo delle belle.

Salisburgo – Napoli: vietato sbagliare

Dalle sue stesse ceneri, ecco che sabato scorso è risorta la fenice Arkadiusz Milik. Un gol, poi due, che mancava dallo scorso Chievo – Napoli del 14 aprile. Dopo 6 mesi il polacco è ritornato ad esultare, proprio nel momento in cui il Napoli ne aveva più bisogno. Adesso i partenopei voleranno in Austria ad affrontare la sorpresa di questa Champions League. Il Salisburgo trascinato dai suoi pupilli Håland e Minamino. Dopo aver asfaltato in casa il Genk per 6-2, e aver spaventato i campioni in carica del Liverpool ad Anfield, recuperando 3 gol di svantaggio, gli austriaci proveranno a fare lo sgambetto alla squadra di Ancelotti.

arkadiusz-milik

Partenopei che sono partiti fortissimo in casa abbattendo i Reds di Klopp, ma che poi sono incappati in un brutto pareggio in Belgio contro il Genk. Napoli ancora al comando del girone E con 4 punti, ma con una qualificazione ancora tutta da decidere. Azzurri che quindi non possono più sbagliare per non buttare al vento il vantaggio conseguito nelle prime 2 giornate.

Di sicuro tutte e 4 le sfide che vedranno protagoniste le squadre italiane saranno emozionanti. Prepariamoci ad assaporare il sapore delle sfide europee e la magia che solo la Champions League può offrire.