Ministro Abodi: “Juventus? Non sarà l’unico club coinvolto. Non temo una nuova Calciopoli”

andrea-abodi

Andrea Abodi, Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili, è intervenuto ai margini della presentazione del volume ‘Codice di Giustizia sportiva FIGC’, realizzato dall’avvocato della Federcalcio Giancarlo Viglione. Tra i vari temi trattati, si è soffermato anche sulla delicatissima situazione della Juventus, accusata di falso in bilancio e plusvalenze fittizie.

Le sue parole

La Juventus probabilmente non rimarrà sola. Bisogna fare pulizia evitando il giustizialismo. Abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e assumere decisioni per dare credibilità al sistema nel segno dell’equa competizione e questo negli ultimi anni non è capitato. Non temo una nuova Calciopoli. Esprimere un giudizio ora è intempestivo, siamo pronti a valutare ma non sono io il primo a doverlo fare. Ci sono la magistratura ordinaria e sportiva, io devo sentirmi tutelato nella mia funzione di ministro. Chi sta lavorando deve accertare i fatti, io sono convinto che le valutazioni da un lato consentiranno di comprendere la natura del fenomeno collegato a quanto successo negli ultimi due anni e mezzo, dall’altro di accertare eventuali responsabilità di fronte alle quali dobbiamo attendere che la giustizia dello stato e dello sport facciano velocemente il loro corso“.