Inter, Adani su Icardi: “Perché l’Argentina preferisce Benedetto”

Dario Benedetto, Boca Juniors 2017/18

L’Argentina si appresta ad affrontare il Perù in un match fondamentale per scongiurare gli spettri di una possibile esclusione clamorosa dal Mondiale in Russia. Una vittoria contro i peruviani potrebbe non dare ancora garanzie sulla partecipazione ma è uno scontro diretto da non fallire e un crocevia decisivo per la Selección, che probabilmente si affiderà a Dario Benedetto al centro dell’attacco.

BENEDETTO AVANTI RISPETTO A ICARDI

Higuain a casa, Dybala sicuramente dalla panchina, Icardi sfavorito nel ballottaggio: perché Jorge Sampaoli preferirà Dario Benedetto, attaccante 27enne, idolo xeneize nonostante sia al Boca solo dal 2016, meno di mezzora all’attivo in nazionale, a profili ben più noti? Ce lo spiega Daniele Adani: “Benedetto ha caratteristiche simili a Icardi per quanto riguardo la realizzazione nell’area di rigore. Ma in questi mesi, con gli xeneizes, ha fatto anche gol di differente matrice, tiri da fuori e colpi sotto. Più che altro bisognerà valutare l’intesa con Messi, Di Maria e Banega, però so che Sampaoli lavorerà per cercare di favorire l’aspetto emotivo, per lui che giocherà davanti al suo pubblico”. Insomma, una combinazione di forma, qualità tecnica e aria di casa (si giocherà alla Bombonera) faranno di Benedetto il salvatore della patria designato per questa partita clou.