AIA, si dimette il presidente Trentalange: “Per evitare il commissariamento”

alfredo-trentalange

Tiene banco il caso di Rosario D’Onofrio. A novembre il Procuratore capo dell’AIA (Associazione Italiana Arbitri) è stato uno dei 42 arrestati dalla Guardia di Finanza nell’operazione riguardante un traffico internazionale di droga: le conseguenze dello scandalo non tardano ad arrivare.

Trentalange si dimette dall’AIA

Si è dimesso infatti Alfredo Trentalange, presidente dell’AIA. “L’ho fatto per evitare il commissariamento” ha spiegato all’ANSA. Una decisione arrivata a poche ore dal plebiscito ricevuto dai responsabili dei Comitati Regionali, che però non è stato sufficiente.

Quasi certo che questa sia solo la prima conseguenza di un caso molto grave. Il mondo del calcio italiano si interroga sul da farsi.