Approfondimenti

Arsenal, chi è Ethan Nwaneri: il più giovane esordiente nella storia della Premier League

Il 18 settembre del 2022 sarà ricordato come una data storica in Premier League. Nella giornata di oggi è andato in scena il lunch match tra Brentford e Arsenal, conclusosi con il punteggio di 0-3 in favore dei Gunners. Grazie a questo successo timbrato da William Saliba, Gabriel Jesus e Fabio Vieira, la squadra allenata da Mikel Arteta continua a stupire e rimane in testa alla classifica a quota 18 punti, staccando di un punto Manchester City e Tottenham. Ciò che ha rubato la scena, però, è quello che si è verificato al minuto 92 di questa partita: a metà del recupero, con i tre punti già in tasca, l’allenatore dell’Arsenal decide di sostituire Fabio Vieira e regalare a Ethan Nwaneri una giornata indimenticabile. Il subentrante, infatti, ha appena 15 anni e 181 giorni e, mettendo piede in campo, spazza via il record appartenente a Harvey Elliot (16 anni e 30 giorni) e diventa il più giovane esordiente nella storia della Premier League.

Alla scoperta della magica settimana di Ethan Nwaneri

Nato il 21 marzo 2007, Ethan Nwaneri (ruolo trequartista) potrebbe essere solo una delle stelle di un settore giovanile scintillante come quello dell’Arsenal, che negli ultimi anni ha dato alla luce talenti cristallini come Reiss Nelson, Emile Smith Rowe e Bukayo Saka su tutti. L’ingresso in campo nel match odierno non era programmato, ma rappresenta la conclusione di una settimana davvero magica per il ragazzo. Arteta, colpito dalle sue super prestazioni nelle giovanili (4 reti e 5 assist nelle 10 partite disputate tra Under 18 e 21), ha deciso di promuoverlo in prima squadra, tanto da renderlo indisponibile per la sfida contro il Wolverhampton Under 21 per portarlo in panchina contro il Brentford. L’intenzione iniziale della società era quella di far crescere Nwaneri con l’Under 18, ma le sue impressionanti qualità hanno reso il passaggio nell’Under 21 inevitabile nonostante abbia solamente 15 anni. Il ragazzo sta dimostrando di avere la stoffa del campione non solo a livello di club, ma anche in nazionale, dove ha collezionato 7 presenze tra l’Inghilterra Under 16 e 17). L’esordio in Premier League dà ancora più valore al progetto dell’Arsenal, che ha un’età media di 23,4 anni, la più bassa tra le 20 società partecipanti al campionato. La filosofia dei Gunners è un modello da seguire poiché dimostra che anche con i giovani, se lasciati crescere ed esprimere in un determinato modo, si possono raggiungere risultati strabilianti (attualmente l’Arsenal è primo in classifica in Premier League). Inoltre questa programmazione fornisce una via alternativa e sostenibile da contrapporre alle folli spese effettuate durante le varie sessioni di calciomercato. Lo storico esordio di Nwaneri è solo uno dei tanti capolavori realizzati da questo club e da Arteta, al quale vanno dati i meriti per aver creato un mix perfetto tra esperienza e gioventù.

Emanuele Polzella

Articoli Recenti

Udinese, fatta per l’acquisto di Matheus Martins: il classe 2003 andrà in prestito al Watford

Colpo in prospettiva futura per l'Udinese. Secondo quanto riportato dal giornalista Fabrizio Romano, la società… Leggi di più

4 ore fa

Inter, Gagliardini verso l’addio a parametro zero: Monza in pole in caso di permanenza in Serie A

Il futuro di Roberto Gagliardini sembra essere sempre più lontano dall'Inter. Secondo quanto riportato da… Leggi di più

5 ore fa

Ministro Abodi: “Juventus? Non sarà l’unico club coinvolto. Non temo una nuova Calciopoli”

Andrea Abodi, Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili, è intervenuto ai margini della presentazione… Leggi di più

7 ore fa

Juventus, l’acquisto di Locatelli dal Sassuolo non convince gli inquirenti: i dettagli dell’indagine

Fioccano i dubbi e le perplessità degli inquirenti su quello che attornia il mondo della… Leggi di più

9 ore fa

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Felicissimi di accoglierti in OkCalciomercato!

Privacy Policy