Barcellona, Bartomeu: “Aperto procedimento contro Arthur. Lautaro Martinez? Dialoghi fermi con l’Inter”

josep-bartomeu

Josep Maria Bartomeu, presidente del Barcellona, ha parlato ai microfoni spagnoli di As, del passato, del presente e del futuro della squadra di sua proprietà. Intervista con tantissimi spunti: infatti, il numero uno dei Blaugrana si è dichiarato pronto ad aprire un procedimento disciplinare nei confronti di Arthur, fresco rinforzo juventino dalla prossima stagione, che secondo il presidente ha mancato di rispetto alla società spagnola. tra i temi trattati anche il prossimo mercato e quel Lautaro Martinez, fortemente voluto dal Leo Messi in Catalogna, per il quale però sarà necessario battere la difesa eretta dall’Inter per cercare di trattenere l’attaccante argentino.

arthur-melo

Fra un Arthur che va…

Bartomeu è rimasto estremamente deluso dal comportamento dell’oramai ex centrocampista brasiliano Arthur, tanto da aprire nei suoi confronti un procedimento disciplinare: “Avevamo raggiunto l’accordo che fino alla fine della Champions avrebbe giocato per il Barça. E’ un giocatore che ha una certa importanza nella squadra, potrebbe aiutarci. Ma non è tornato dalle mini-vacanze, è un atto di mancata disciplina inaccettabile. E’ per questo che abbiamo aperto un procedimento contro di lui, non c’è nessun argomento che giustifichi la sua assenza”. “Ha chiamato Abidal, ma non ha dato motivi. Ha deciso di non tornare e che il suo tempo al Barcellona è finito. Immagino che abbia deciso di andare in Brasile e abbia prolungato la sua vacanza. Ma questo ci costringe ad aprire un procedimento disciplinare perché deve tornare al Barcellona finché termina la stagione. E’ stato un patto tra i club“. E ancora ha sottolineato: “Bisogna analizzare cos’è successo per analizzare le cause. Occorre chiedere al giocatore e vedere che motivi fornisce. Se i motivi non sono giustificati, ci sarà una multa. Se un lavoratore non lavora, non viene pagato. Ciò che ha fatto è mancanza di rispetto verso i compagni. E’ ingiustificabile e totalmente incomprensibile“.

E poi sul passaggio alla Juventus: “E’ stata una buona operazione economica. A livello sportivo vedremo, ma penso di sì. Arthur era un buon giocatore, ma non indiscutibile. Era un buon ‘numero dodici’, ma la gestione sportiva ha preferito puntare su Pjanic. Non è solo un trasferimento economico, è una decisione sportiva. La decisione di lasciare il Barcellona è stata di Arthur. Perché qui non si era affermato come giocatore di valore, lì pare gli garantiscano la titolarità e soprattutto uno stipendio triplicato. La tassazione italiana è più vantaggiosa, è per questo che parte“.

lautaro-martinez

…E un Lautaro Martinez che potrebbe arrivare

Ancora intrecci con l’Italia e questa volta con un altro club: con l’Inter che coltiva il sogno Messi e che cerca di tenere duro dalla pressione proprio del Barcellona per Lautaro Martinez,he magari potrebbe essere una condizione per far rimanere il folletto argentino. Il presidente Bartomeu su Messi e su Lautaro ha così chiarito: “Il contratto di Messi scade nel 2021, ma lui l’ha detto molte volte: vuole terminare la sua carriera al Barcellona. Ha ancora 3-4 anni di calcio. Per diverse settimane il Barcellona ha parlato con l’Inter per Lautaro Martinez, ma i dialoghi ora sono fermi. La situazione non invita a fare grandi inversioni“.